Si inizia con i pick up nel 2022. Firmato un memorandum d'intesa su guida autonoma, servizi legati alla mobilità e veicoli elettrici

Nessuno scambio azionario, ma un'alleanza funzionale ad “estendere capacità produttiva, rafforzare la competitività e servire meglio i clienti”. Volkswagen e Ford lo hanno ribadito subito nel comunicato congiunto che annuncia l'alleanza globale. Per la prima volta da quando è stata resa nota la trattativa (a giugno 2018) arriva qualche dettaglio sull'intesa che oggi al Salone di Detroit doveva essere presentata ai giornalisti con una conferenza stampa che invece è stata annullata.

Si è preferito affidare le prime informazioni ufficiali ad una nota scritta che conferma l'intesa sui veicoli commerciali leggeri e sui pick up. Si inizierà nel 2022 ed è stato anche firmato un memorandum d'intesa su guida autonoma, servizi legati alla mobilità e veicoli elettrici.

Nessuna nuova società, ma un comitato congiunto

L'Alleanza Volkswagen Ford sarà gestita da un comitato congiunto che include il ceo e presidente di Ford, Jim Hackett; il ceo di Volkswagen, Herbert Diess, e i principali manager delle due aziende. L'alleanza sarà

"una pietra angolare per la nostra volontà di migliorare la competitività",

ha commentato Diess, mentre Hackett ha aggiunto: "Nel tempo, questa alleanza aiuterà entrambe le aziende a creare valore e a soddisfare le esigenze dei nostri clienti e della società - ha aggiunto Hacket t-. Non solo guiderà efficienze significative e aiuterà entrambe le aziende a migliorarsi, ma ci darà anche l'opportunità di collaborare per dare forma alla prossima era della mobilità".

Perché si inizia da pick up e veicoli commerciali

Sia Ford che Volkswagen hanno una posizione consolidata nel mercato dei veicoli commerciali in tutto il mondo, grazie a prodotti popolari come il Ford Transit, il Ranger, il Volkswagen Transporter, Caddy o Amarok. I volumi 2018 si aggirano attorno alle 1.2 milioni di unità, in pratica è il più alto nella scala mondiale.

L'alleanza partirà da qui, anche perché la domanda di pick up e veicoli commerciali dovrebbe salire globalmente nei prossimi cinque anni. I primi frutti tangibili di questa collaborazione li vedremo nel 2023, intanto, per maggiori dettagli vi consigliamo di leggere l'articolo online su OmniFurgone.it.