Per ora è solo un prototipo. Il sistema Dream Drive si evolve e mostra nuovi orizzonti

Pagare il parcheggio o il carburante, prenotare il ristorante o condividere la posizione con amici e famigliari... tutto attraverso il cruscotto dell'auto. Ci ha pensato Honda con il Dream Drive di seconda generazione presentato al CES 2019. Il sistema è basato sulla connettività con i dispositivi mobili, ovvero cellulari e tablet.

Le applicazioni dell’Honda Dream Drive

Le possibilità offerte dal Dream Drive sono tante. Ciò a cui si sta ancora lavorando è la compatibilità dei servizi di pagamento con conti Mastercard e PayPal, che insieme alla collaborazione già presente con Visa, permetteranno alla piattaforma di espandersi e di creare, secondo Honda, il miglior metodo di utilizzo per i veicoli del futuro. Ci sono inoltre altre funzioni riservate ai passeggeri, come guardare film, ascoltare musica, utilizzare applicazioni di viaggio e giochi compatibili con il dispositivo del passeggero. 

L'importanza dei comandi vocali

Un altro passo in avanti è stato fatto grazie alla collaborazione con marchi che lavorano nel settore delle applicazioni da viaggio utilizzabili sfruttando i comandi vocali, abilitando così il sistema oltre che al tocco, anche alla voce, potendo quindi comandare il dispositivo in modo più comodo e sicuro.

Fotogallery: Honda Dream Drive