Le cariche che rivestiva sono state divise tra Thierry Bollorè (CEO) e Jean-Dominique Senard (Presidente)

Renault volta pagina. A prenderne le redini sono in due: Thierry Bollorè come CEO del gruppo e Jean-Dominique Senard (attuale CEO di Michelin) come presidente. Così ha deciso il consiglio di amministrazione che si è riunito subito dopo la notizia che Carlos Ghosn, in carcere in Giappone da oltre due mesi, si è dimesso.

Un annuncio che ha chiuso un’epoca durata circa vent’anni e che è stato dato dal ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, in quanto lo Stato è azionista di Renault con una quota del 15%. "Lo Stato auspica la convocazione di un Cda nei prossimi giorni e la noma di una nuova governance stabile e sostenibile”, aveva detto Le Maire nei giorni scorsi.

Ghosn in carcere respinge le accuse

Le dimissioni di Ghosn sono arrivate mercoledì aprendo la strada al cambio di poltrone. L’ex presidente e ad del Gruppo, che con Nissan e Mitsubishi Motors è uno dei più grandi al mondo (grazie alla partnership nel 2017 sono stati venduti ben 10.6 milioni di veicoli nel mondo, più di quanto hanno venduto Volkswagen Group o Toyota), è ancora in carcere in Giappone.

E’ stato arrestato a novembre con l’accusa di avere trattenuto per sé alcuni fondi aziendali quando era a capo dell’azienda automobilistica Nissan, di cui è stato CEO fino all’aprile del 2017 e presidente fino al novembre del 2018. L’incriminazione ufficiale, lo ricordiamo, è arrivata a dicembre, ma Ghosn si è sempre dichiarato innocente.

Con lui sotto accusa c’è anche un altro importante dirigente di Nissan, Greg Kelly. Se dovesse essere incriminato rischia 10 anni di carcere.

Chi sono Thierry Bollorè e Jean-Dominique Senard

Jean-Dominique Senard, classe 1953, è presidente del Gruppo Michelin dal 2012 (è il primo ad esserlo senza avere legami con la famiglia). Ha iniziato la sua carriera in Total ed è entrato in Michelin nel 2005 come CFO e membro del Consiglio esecutivo.

Thierry Bollorè, classe 1963, ha un cognome molto noto anche in Italia, è un lontano cugino di Vincent Bolloré. Fino ad oggi Direttore Generale delegato del Gruppo Renault, è membro del comitato esecutivo e siede nel consiglio di amministrazione di Avtovaz, Dong Feng Renault Automotive Company e RBJAC (Renault Brilliance Jinbei Automotive Co.).