Il conduttore del Festival di Sanremo 2019 ha affrontato l’argomento per il magazine L’Automobile

Sul palco del teatro Ariston non ci sarà tempo e modo di parlare della guida autonoma, ma Claudio Baglioni ha un’idea chiara sull’argomento e sarebbe intrigante che ne parlasse durante il Festival di Sanremo 2019, quando davanti alla tv ci saranno milioni di italiani poco avvezzi all’argomento. Il conduttore del Festival (5-9 febbraio) ha affrontato il tema della guida autonoma nell’articolo di copertina per il numero di febbraio de L’Automobile, il mensile dell’ACI, lasciando trasparire un certo scetticismo sull’argomento.

Tante domande ancora senza risposta

“Confesso che l’avvento della guida autonoma un po’ mi preoccupa – ha scritto Baglioni su L’Automobile in edicola –. Per alcuni squilibri che non sarà così facile ricomporre. Sarà pacifica o belligerante la coesistenza tra auto tradizionali e driverless?

Fotogallery: Guida autonoma, i test EuroNCAP

Quando il controllo non sarà più umano, diventerà “disumano”? Chi deciderà cosa fare in caso di scelte estreme? Le nuove auto saranno più “morali” o “immorali” di noi? Di chi sarà la responsabilità? Il progresso non si può né si deve fermare, è vero, ma bisogna assolutamente evitare che sia lui a fermare noi”.

L’occasione per aprire il dibattito

Baglioni insomma mostra di non essere a “digiuno” sull’argomento che, seppur di attualità, resta ancora sconosciuto a milioni di persone in tutta Italia. Di conseguenza il Festival di Sanremo, uno dei pochi appuntamenti nazionalpopolari rimasti, potrebbe far salire alla ribalta il tema della guida autonoma e farlo entrare nelle case di italiani oggi poco informati.