È basata sul cloud e in Germania è già in funzione

L’ultimo episodio è avvenuto giusto pochi giorni fa sulla tangenziale est di Milano, causando 1 morto e 4 feriti. Le auto che viaggiano contromano rappresentano un pericolo spesso fatale che, secondo dati preliminari dell’Asaps, nel 2018 si è verificato in 225 occasioni, 63 delle quali con morti (20) e feriti (108).

Numeri altissimi che Bosch vuole ridurre a zero con il suo sistema chiamato Wrong-way driver warning, già funzionante in Germania e atteso alla sua presentazione italiana in occasione dei Digital Days di Torino (6 -9 febbraio).

La sicurezza sulla nuvola

Il funzionamento del sistema firmato Bosch è semplice ed è integrato nell’app Antenne Bayern (applicazione per web radio e disponibile per iPhone e Android). Grazie al segnale GPS dello smartphone il sistema, in prossimità di svincoli autostradali, rileva in tempo reale la posizione dell’auto e il senso di marcia, confrontando il tutto con i dati registrati sul cloud.

Se questi non combaciano il sistema avvisa immediatamente il guidatore dell’errore e nello stesso tempo, tramite la app, invia agli automobilisti nelle vicinanze circa la presenza di un’auto che procede contromano. Appena cessa l’emergenza la app, sempre in maniera automatica, smette di inviare gli avvisi.

Per tutti

Il sistema Wrong-way driver warning è stato studiato per essere integrato all’interno di numerose app che utilizzano il segnale GPS e può quindi trovare spazio sia su classici navigatori satellitari, come TomTom, Waze e Google Maps, sia su applicazioni nate non specificatamente per i viaggi.

Fotogallery: Bosch Wrong-way driver warning