Il servizio, inaugurato a Venezia a giugno 2018, è già stato scelto da 2.500 utenti, per un totale di circa 6 tonnellate di CO2 risparmiate

La riduzione dell'inquinamento, specialmente nelle grandi città, è sempre più importante ed è fondamentale per garantire una qualità dell'aria migliore, insieme alla riduzione dei gas serra prodotti dai mezzi di trasporto. Da questa esigenza nasce il progetto "YUKO", per iniziativa di Toyota, che ha testato a Venezia il primo car sharing in Italia che utilizza unicamente auto ibride.

A otto mesi dall'inizio del test, questo tipo di car sharing ha raggiunto nella città di Venezia 2.500 utenti, che dal primo giugno 2018 hanno effettuato, attraverso l'applicazione, ben 4.900 noleggi, percorrendo in totale 143.000 km, per più del 47% del tempo a emissioni zero. Grazie quindi alla tecnologia Full Hybrid Electric di cui sono dotate le Toyota utilizzate nel progetto, sono state risparmiate circa 6 tonnellate di CO2, che hanno aiutato a ridurre le emissioni inquinanti nella città di Venezia.

Risultati incoraggianti

I risultati sono confortanti, tanto che l'Assessore della Mobilità, Renato Boraso, ha dichiarato: "YUKO è la dimostrazione che, sfruttando la tecnologia e le innovazioni, si può migliorare non sola la vita di chi vive nella nostra Città, ma anche contribuire alla salvaguardia dell’ambiente e dell’aria che respiriamo. Per questo siamo davvero onorati di poter contare su questa collaborazione".

Ancora: "Un’azienda leader mondiale in questo particolare settore con la quale abbiamo intenzione di continuare a lavorare fianco a fianco non solo per questo innovativo servizio, ma anche per altre iniziative per far fare a Venezia un ulteriore salto tecnologico verso il futuro”.

Meno inquinanti più salute

Oltre a diminuire il rilascio di gas serra, vengono ridotte anche le emissioni degli inquinanti nocivi per la salute derivati dall'utilizzo dei combustibili fossili. Infatti tecnologie ibride come quelle di Toyota sono in grado di abbassare il rilascio nell'atmosfera di gas come ossidi di azoto (92% per Yaris Hybrid e 96% per la Prius Plug-in), risultato che suggerisce come questa sia una soluzione capace di garantire una mobilità sostenibile.

Ad incentivare gli utilizzatori di YUKO, questo mese sono stati introdotti grossi sconti rispetto al prezzo abituale del servizio. Se questo tipo di soluzioni prenderanno piede in tutte le grandi città, sarà possibile dare una mobilità alternativa agli abitanti, oltre a contribuire alla riduzione dell'inquinamento.