Lo stile riprende in pieno quello dell’altra novità Skoda, la Scala

Strategia che vince non si cambia. Potrebbe essere questo il motto che capeggia nell’ufficio comunicazione di Mlada Boleslav, quartier generale di Skoda. Basta vedere i numerosi punti di contatto tra il piano di presentazione della Scala e quello della Kamiq, il B-SUV che la Casa ceca presenterà al prossimo Salone di Ginevra. Così dopo l’annuncio del suo arrivo, quello del nome e il primo bozzetto dello stile esterno, ecco che arriva la prima foto dell’abitacolo. Tutto molto velocemente, per evitare che spioni armati di fotocamere o altri possano rovinare la sorpresa.

Aria di casa mia

Prendete la foto dell’abitacolo della Scala e sovrapponetela a quella della Skoda Kamiq. La differenza più sostanziale sarà quella relativa alla forma del volante, tagliato nella parte inferiore sulla compatta e perfettamente rotondo sul piccolo SUV. Il resto è pressoché identico e in linea con la nuova filosofia di stile della Casa ceca.

Tradotto significa grosso monitor dell’infotainment da 9,2" “appollaiato” sulla sommità della plancia, strumentazione 100% digitale (optional) visualizzata su uno schermo da 10,25” e comandi fisici ridotti al minimo, riservati unicamente al climatizzatore.

Non chiamatela “piccola”

I punti di contatto con la Scala non sono solo stilistici ma anche tecnici: come la nuova compatta infatti anche la Skoda Kamiq sarà basata sulla piattaforma MQB-A0, la stessa che fa da base anche a Seat Arona e Volkswagen T-Cross.

Grande attenzione sarà riservata allo sfruttamento dello spazio, ai vertici della categoria con 400 litri di capacità minima del bagagliaio, estendibili a 1.395 con il divanetto posteriore abbattuto. Generoso sarà anche il passo: 2,65 metri tra asse anteriore e posteriore, per una più che buona abitabilità.

Fotogallery: Skoda Kamiq, i teaser