Dalla nuova Corsa all'Astra, dall'Insignia alla Crossland X. Quale futuro avranno i modelli più conosciuti di casa Opel dopo l'acquisizione da parte del gruppo PSA?

Dal 2017 Opel appartiene al gruppo francese PSA (Citroën, DS, Peugeot). Un passaggio di proprietà che è stato visto con scetticismo, ma senza dubbio ha avuto - e avrà ancora - un impatto finanziario positivo. "Solo nella prima metà del 2018 abbiamo generato un profitto di 502 milioni di euro. E continuiamo a concentrarci affinché il successo continui", afferma Michael Lohscheller, CEO di Opel.

Ma questo, a livello di listino, in che cosa si traduce? In questo slideshow vi mostriamo tutti i modelli attualmente offerti e il loro futuro prossimo. Quali tra questi non avranno un erede e quali si svilupperanno utilizzando la tecnologia PSA.