Succede a Matthias Wissmann. La nomina in occasione del centenario dell’Organizzazione internazionale delle case automobilistiche

L’Organizzazione internazionale delle case auto ha un nuovo presidente: il francese Christian Peugeot, già a capo delle case automobilistiche in Francia (CCFA, Comité des Constructeurs Français d’Automobiles). La nomina è arrivata il 12 febbraio scorso in occasione della cena per festeggiare i 100 anni dell’Associazione che si è tenuta a Parigi ed a cui ha partecipato anche il Presidente Emmanuel Macron.

Il prossimo futuro

Christian Peugeot ha iniziato il suo discorso ringraziando tutti i partecipanti ovvero le case auto ed ha ricordato la rivoluzione che sta vivendo il settore.

“Le sfide che stiamo affrontando sono considerevoli”,

ha detto, affermando che per mantenere la leadership raggiunta le case auto devono profondamente cambiare e trovare nuove soluzioni alla mobilità. Gli ostacoli da superare sono molti, dalla riduzione della CO2 alla rivoluzione a impatto zero, passando per l’auto connessa e la trasformazione digitale.

100 anni di storia

Christian Peugeot, classe 1953, è il secondogenito di Bertrand Peugeot e fratello di Robert II. Ha ricoperto diversi ruoli in PSA e succede come Presidente dell'OICA a Matthias Wissmann, Presidente dell’Associazione delle case auto in Germania (VDA, Verband der Automobilindustrie). L’OICA è stata fondata nel 1919 e raggruppa ben 39 associazioni di mercato nel mondo, includendo le più importanti case auto in Europa, America e Asia. L’Associazione è accreditata alle Nazioni Unite e rappresenta gli interessi internazionali del settore automobilistico; i suoi membri hanno tra gli obiettivi la maggiore sicurezza sulle strade e la tutela dell’ambiente.