Oggi Andrea, nella sua consueta Dritta, ci parla di un mito di tutti i giorni intramontabile. La Panda prima serie

Cinquanta episodi. Un traguardo importante per queste Dritte di Andrea che, per l'occasione, ha deciso di trattare un...mito di tutti i giorni. Anzi, verrebbe da definirlo, il mito di generazioni di italiani, senza nulla togliere a rivali, concorrenti e affini. Sì, parliamo della Panda. Di più, parliamo della Prima serie della Panda!

Un piccolo pezzo di storia

Le caratteristiche di allora erano chiare: molto simile alle concorrenti, differiva invero per un prezzo di lancio più alto, ma la sua arma vincente era sicuramente la cura dedicata alla progettazione degli interni. La strumentazione raccolta, i tanti vani portaoggetti, l'assenza di finiture stucchevoli e - a tratti - snob, la rendevano un'ottima macchina per i più giovani. 

Versioni speciali

Ecco, noi oggi, per questo cinquantesimo episodio, abbiamo deciso di celebrare la Panda, la sua prima serie, puntando su cinque versioni speciali ed uniche, in grado di ripercorrere non solo quella che è la storia di un'automobile ancora oggi pienamente nel pieno della sua vita, ma anche, per certi versi, quelli di un Paese. Un indizio per una versione raccontata da Andrea? Beh, guardate la copertina di questa Dritta. Vi ricordano nulla le "Notti Magiche" di Gianna Nannini?