4,5 miliardi per 5 fabbriche USA, intanto Pomigliano si prepara per il Biscione

Se è vero che in Italia gli investimenti FCA vengono messi in forse per via della tanto discussa (e ancora da deliberare) ecotassa, è anche vero che il Gruppo guidato da Mike Manley ha nel Bel Paese una base importante per il proprio sviluppo, soprattutto per i propri brand più sportivi. Ed ecco che allora nello stabilimento di Pomigliano d'Arco ci si prepara ad ospitare il nuovo C-SUV di Alfa Romeo, che affiancherà così la Fiat Panda. Proprio dalla bestseller arrivano novità positive: la richiesta del mercato è sempre forte (come testimoniato dalle vendite del 2018) e i turni di produzione aumenteranno. Ma c'è di più: FCA guarda agli USA e si prepara a ad aprire il portafogli.

Piatto ricco

Il Gruppo italo-statunitense infatti sta per mettere sul piatto 4,5 miliardi di dollari. Una cifra monstre che servirà a dare vita a un nuovo stabilimento fuori Detroit e rinnovare altri 4 siti nel Michigan. Se il piano dovesse andare a buon fine si tratterebbe del primo nuovo stabilimento di assemblaggio costruito nei pressi della Motor City in quasi 30 anni.

Il rinnovamento degli stabilimenti servirà ad aumentare la capacità produttiva di SUV e pick-up e, nello specifico, lo stabilimento di Jefferson North, dove verranno prodotte la Dodge Durango e la prossima generazione della Jeep Grand Cherokee, potrà contare su 900 milioni di dollari per l’ammodernamento.  

Ancora più consistente la cifra destinata al sito di Warren Truck, casa del Ram 1500 classic e della nuova Jeep Wagoneer, in arrivo nei prossimi mesi. L’ex stabilimento Chrysler riceverà ben 1,5 miliardi di dollari.

Saranno invece 1,6 i miliardi di dollari per rinnovare completamente il Mack Avenue Engine Complex, a nord-est di Detroit. I lavori di costruzione dovrebbero iniziare quest'estate con data di fine lavori prevista per la fine del 2020. La documentazione deve ancora essere approvata ma dovrebbe essere questione di pochi dettagli. Una volta terminato lo stabilimento sarà la seconda casa della nuova Jeep Grand Cherokee e di un nuovo SUV Jeep a 7 posti.

Tutti e 3 gli stabilimenti nominati qui sopra saranno anche elettrificati: da loro infatti usciranno anche modelli ibridi plug-in.

Nuove assunzioni

Assieme al corposo investimento FCA prevede di assumere circa 6.500 nuovi lavoratori, tra operai e impiegati. "Tre anni fa FCA ha posto le basi per far crescere la nostra redditività basandosi sulla forza dei marchi Jeep e Ram” ha dichiarato Mike Manley, CEO di FCA.

Fotogallery: Jeep Grand Cherokee 2019