Stessi motori ibridi, ma più tecnologia ed estetica rinfrescata

Ha alle spalle circa 270.000 unità vendute dal 2016 a oggi, 100.000 delle quali in Europa. Ora per la Kia Niro è tempo di rinnovarsi non tanto dal punto di vista delle motorizzazioni (ibrida normale e plug-in) ma sotto il punto di vista di stile e tecnologia. E quale scusa migliore se non il Salone di Ginevra per fare il suo debutto in società con il restyling di metà carriera?

Ce l’ha più grande

Per una volta partiamo a parlare dell’abitacolo, dove la Kia Niro restyling si aggiorna maggiormente grazie all’introduzione della nuova strumentazione digitale da 7”e un ancor più grosso monitor touch da 10,25” per il sistema di infotainment, con la possibilità di utilizzare lo split-screen, per utilizzare più applicazioni contemporaneamente. Due optional che arricchiscono l’offerta di serie, con computer di bordo da 4,2” e monitor touch da 8”.

Ma non è nuovo solo l’hardware: anche il cervello dell’infotainment della Niro è più sofisticato e si chiama UVO Connect. Come suggerito dal nome è in grado di connettersi – grazie a una scheda sim integrata – per ricevere informazioni sul traffico, prezzi del carburante, parcheggi liberi e stazioni di ricarica (per l’ibrida plug-in). Non mancano naturalmente le compatibilità con Android Auto ed Apple CarPlay.

Altre novità che accompagnano gli occupanti sono i materiali più morbidi per la plancia e altri dettagli, nuove possibilità di colorazioni e (finalmente) freno di stazionamento elettrico e non più a pedale.

Più sicura

La sicurezza rappresenta l’altro aspetto che ha beneficiato di maggiori novità con questo restyling. La Kia Niro infatti adotta ora tutti i vari sistemi che hanno debuttato sulla nuova generazione della Ceed, come cruise control adattivo con mantenitore di corsia, frenata d’emergenza Rear-Cross-traffic collision.

Sistemi per una guida autonoma di Livello 2: vale a dire che al guidatore è sempre richiesta attenzione durante la marcia, con la tecnologia pronta semplicemente a dare una mano e non a prendere il totale controllo dell’auto.

Look rinfrescato, meccanica collaudata

Per quanto riguarda lo stile della carrozzeria la Kia Niro restyling si aggiorna, rifacendosi alla Niro elettrica per quanto riguarda paraurti e luci LED sia anteriori (con i 4 Ice Cube) sia posteriori. Nuovi sono anche i cerchi in lega, con misure che variano da 16” a 18”.

Sotto il cofano rimane il solito 1.6 benzina abbinato a un motore elettrico, alimentato a suo volta o da una batteria da 1,56 kWh (Niro ibrida) o da 8,9 kWh (plug-in) con quest’ultima che, nel ciclo WLTP, assicura una percorrenza in elettrico di 49 km.

Fotogallery: Kia Niro PHEV (2019)