La tecnologia 5G dà una svolta alla connettività tra auto e infrastrutture

Siamo stati al Mobile World Congress per scoprire e vedere dal vivo le ultime novità tecnologiche, che nei prossimi anni potrebbero arrivare anche a bordo delle nostre auto. Un esempio su tutti è la grande novità presentata da Samsung, che ha realizzato il primo schermo pieghevole al mondo.

Novità come queste permettono alle Case auto di tutto il mondo di sperimentare l'applicazione di queste tecnologie nelle proprie vetture, in questo caso, consentono di utilizzare gli schermi con un profilo curvo, al posto di quelli tradizionali usati per l'infotainment.

BMW al MWC 2019

La tecnologia di Mercedes-Benz

La prima tra queste novità, esibita in via sperimentale da Mercedes-Benz, è una nuova applicazione del sistema MBUX, che integra dei sensori biometrici in grado di rilevare in tempo reale parametri come il battito cardiaco e la respirazione del conducente.

Un'altra innovazione tecnologica presentata dal marchio tedesco è l'aver sostituito gli specchietti con schermi e telecamere, una soluzione che già avevamo visto su alcune auto, ma che per la prima volta vengono introdotti nella cabina di un camion.

Infrastrutture Connesse, al futuro

Continental, come molti altri marchi in questo periodo, sta iniziando a sviluppare una rete destinata alla connettività tra vetture e infrastrutture. Nel suo caso è partita da un prototipo di lampione intelligente, in grado di rilevare numerosi dati utili alla circolazione e all'inquinamento.

Tra i marchi impegnati nella ricerca e sullo sviluppo delle interazioni tra auto e ciò che le circonda, Seat ha acquisito un ruolo importante. La casa spagnola sta infatti investendo molto su questa nuova tecnologia e presenta una serie di soluzioni destinate alla mobilità elettrica; a partire dal più semplice monopattino elettrico, che permette di muoversi in città, fino ad arrivare ad un concetto di car-sharing elettrico, introdotto con la Seat Minimo'. 

Seat Minimó Concept Car

Un altro importante passo per la connessione delle auto con le infrastrutture arriva grazie alla connessione 5G, tecnologia già impiegata da Seat per lo sviluppo della Ateca 5G. Presentata qui al MWC, dispone di tutta una serie di sensori che permettono all'auto di avere un'interazione con i semafori, i pedoni, i ciclisti e con le altre auto.

Toyota connette l'auto allo smartphone

Si chiama SDL (Smart Device Link) il nuovo sistema di interazione tra il nostro smartphone e l'auto. Sviluppato da Toyota è compatibile sia con Apple che con Android e crea un'alternativa ad Apple CarPlay e Android Auto per connettere lo smartphone alla propria vettura avendo pieno accesso alle funzionalità di navigazione e di riproduzione musicale, attraverso una serie di App dedicate e sviluppate direttamente dalla Casa giapponese.

Fotogallery: BMW al MWC 2019