Al Salone di Ginevra tutto porta a credere che si tratti dell’ex numero uno di Volkswagen, cultore del marchio francese

La Bugatti La Voiture Noire, letteralmente “l’auto nera” che domina lo stand Bugatti al Salone di Ginevra, è un esemplare unico presentato come l’auto nuova più costosa del mondo. Il prezzo dichiarato di 11 milioni di euro (tasse escluse) è davvero da record, ma la storica Casa di Molsheim si è ben guardata dallo svelare il nome del facoltoso cliente che l’ha richiesta.

Molti si sono chiesti chi possa essere il misterioso cliente, ma Bugatti non si è sbilanciata e ha evitato di confermare le voci che girano da alcune settimane.

Un cliente molto speciale

Chi avrà speso questa cifra impressionante? Anche se manca e forse non arriverà mai la conferma ufficiale è facile rispondere alla domanda basandosi sulle indizi e indiscrezioni: tutto porta a credere che si tratti di Ferdinand Piech, ex numero uno di Volkswagen (fino al 2015) e grande appassionato di Bugatti.

Bugatti The Black Car

La notizia, quasi un mormorio, rimbalzava da un angolo all’altro del web e dei social da quasi un mese e dopo aver visto la Bugatti La Voiture Noir a Ginevra c’è da credere che la voce fosse fondata.

Destinata ad una ricca collezione

Cultore e collezionista di auto, oltre che ricco imprenditore 81enne, Piech è infatti uno dei nipoti di Ferdinand Porsche, fondatore dell’omonima Casa automobilistica, ed esponente di spicco della famiglia Piech/Porsche, una delle più ricche del mondo con un patrimonio stimato di quasi 46 miliardi di euro.

Bugatti The Black Car

Ferdinand Piech ha già nella sua collezione un paio di Bugatti Veyron, oltre a LaFerrari, una Porsche 917, Bentley, BMW e molte altre supercar.

La mitica Atlantic nel suo DNA

Da vero intenditore, com’è Piech, è anche la scelta del modello a cui ispirarsi per la creazione della Bugatti La Voiture Noire. Parliamo della Bugatti Tipo 57 SC Atlantic, autentico capolavoro nato dal genio di Jean Bugatti, figlio di Ettore Bugatti che fu prodotta in soli quattro esemplari dal 1936 al 1938.

Bugatti La Voiture Noire

Non a caso il secondo esemplare di serie della Atlantic, numero di telaio 57453 del 1936 era già all’epoca nota come "La voiture noire". Il terzo esemplare prodotto della Atlantic, sempre in uno splendido nero lucido come la regina di Ginevra, fa oggi parte della collezione dello stilista Ralph Lauren, vincitore del Concorso d’Eleganza Villa d’Este nel 2013.

Un’ultima curiosità riguarda il prezzo d’acquisto della Bugatti La Voiture Noire, hypercar basata sulla Chiron: gli 11 milioni di euro sono davvero il massimo storico per un’auto nuova? Probabilmente sì, ma sarebbe interessante capire se il prezzo di 11,5 milioni di euro dichiarato per la Rolls-Royce Sweptail, esemplare unico del 2017 era già comprensivo di tasse, oppure no.

Fotogallery: Bugatti al Salone di Ginevra 2019