Verrà presentata al prossimo Salone di Shanghai con altri due modelli

Ogni tanto si torna a parlare di Fisker (ora Karma) e del suo desiderio di riuscire, finalmente, a sfondare nel mondo della mobilità a zero emissioni. Un brand nato per volontà di Henrik Fisker, designer e matita responsabile della nascita di vere e proprie icone come BMW Z8 e Aston Martin DB9, passato in mano a cinesi della Wanxiang di Hangzhou nel 2014 e ribattezzato Karma Automotive, dal nome del primo (e unico) modello prodotto dalla Fisker.

Bene, dopo l’annuncio della partnership con Pininfarina ecco che proprio il brand italiano ha pubblicato due immagini teaser delle concept che verranno presentate al prossimo Salone di Shanghai, una delle quali pronta a diventare una nuova concorrente della Tesla Model 3, con prezzo base vicino ai 40.000 dollari, circa 35.000 euro.

Luci nell’ombra

La prima novità firmata Karma mostra 2 sottili lame luminose a LED, gli elementi che più spiccano nell’immagine, assieme alla parte inferiore del frontale, apparentemente molto bassa e che ricorda (alla lontana) quello della Fisker Karma. Si notano poi gli specchietti retrovisori veri e la forma del tetto che “scende” nella parte centrale.

Il resto è avvolto dal buio e ancora non si sa quale tipo di motorizzazione muoverà la misteriosa concept disegnata da Pininfarina per la Karma Automotive. Più che probabile la presenza di un sistema elettrificato, o ibrido plug-in oppure (o quasi sicuramente) a emissioni zero, con nuove batterie allo stato solido.

Tris di novità

La seconda fa ancora meno con solo lo specchietto retrovisore di destra protagonista, accompagnato però da un dato molto imprtante: il prezzo vicino a 40.000 euro. Maggiori informazioni verranno date il prossimo 18 marzo.

Assieme alle 2 concept verrà mostrata anche la nuova generazione della Revero, fondamentalmente una Fisker Karma ricarrozzata e con motore ibrido plug-in. Tutte e 3 le auto saranno accomunate da grande attenzione per il design, lusso e tecnologia, con soluzioni all’avanguardia sia per quanto riguarda l’infotainment sia per i sistemi di assistenza alla guida, passando naturalmente per la propulsione.