Toyota Motor Italia ha sottoscritto il Manifesto di Valore D, per raggiungere l’equilibrio di genere

L’impegno è globale: Toyota ha adottato da tempo, in tutto il mondo, una strategia in favore delle donne. Questo disegno è stato incorporato da Toyota Motor Italia (anche) con la firma del Manifesto di Valore D, ovvero: “la prima associazione italiana di imprese (190, per oltre 2 milioni di dipendenti) che si impegna per l’equilibrio di genere e per una cultura inclusiva nelle organizzazioni e nel nostro Paese”, come scritto nel comunicato di Toyota.

Obiettivo: oltre il 30% di donne

Già oggi, il 30% dell’organico di Toyota è composto da donne: l’obiettivo è quello di incrementare questa quota e, soprattutto, di valorizzarlo a livello qualitativo. Queste le parole di Mauro Caruccio, A.D. di Toyota Italia:

“Un anno fa abbiamo deciso di unirci a Valore D per valorizzare la diversità all’interno della nostra Organizzazione. La diversità è un valore e, in quanto tale, vogliamo esaltarla, in linea con i valori fondanti della nostraAzienda: Kaizen, ossia Miglioramento continuo, che applichiamo anche alle politiche di sviluppo del personale".

Ma soprattutto, aggiunge Mauro Caruccio: "il rispetto, la fiducia in ogni collega, nella sua cultura personale e professionale, per favorirne la piena realizzazione”.

I 9 punti del Manifesto

Già, ma in che cosa consiste il citato Manifesto? In 9 punti, tra i quali i più significativi sono i seguenti: politiche di assunzione, monitoraggio della presenza femminile in organico, supporto alla maternità e presenza di donne in posizioni di rilevanza strategica.

Ognuno di questi aspetti dev’essere sviluppato, da parte delle aziende che firmano il Manifesto, al fine di raggiungere obiettivi chiari e misurabili; non solo a fine periodo ma a a scadenze intermedie prefissate.