Il premio di competitività 2018 è il più alto mai assegnato nella storia dell’azienda di Maranello

La grande maggioranza (86%) dei 3.500 dipendenti Ferrari riceveranno a breve il cosiddetto “premio di competitività 2018” che va da un minimo di 5.500 euro ad un massimo di 5.892 euro, quest’ultimo riservato a chi non ha fatto alcuna assenza.

A dare la notizia di questo premio produttività record che supera anche i 5.500 euro dello scorso anno è Giorgio Uriti, segretario del sindacato Fim-Cisl Emilia centrale che sulle pagine della Gazzetta di Modena e Modena Today parla di “grande soddisfazione”.

Superata quota 9.000 Ferrari all'anno

Lo stesso Uriti spiega poi i motivi che hanno portato al saldo del premio di competitività: “Sono stati centrati in pieno tutti gli indicatori - numero vetture prodotte, risultato economico operativo e qualità - che determinano il premio. Con il contratto aziendale firmato nel 2016 abbiamo accompagnato la crescita della Ferrari. Gli scettici non credevano tre anni fa che la Ferrari avrebbe prodotto più di 9.000 auto (9.251 vendute nel mondo, NdR). La crescita del valore aziendale è arrivata soprattutto per merito della straordinaria competenza, disponibilità e professionalità delle donne e uomini della Ferrari".

Le stesse fonti parlano anche di 75 nuovi assunti in Ferrari dal 1° aprile 2019.

Produttività premiata

Ricordiamo che sempre per gli ottimi risultati ottenuti nel 2018 anche i lavoratori degli stabilimenti italiani di FCA hanno ricevuto un bonus medio di 1.230 euro. Lo stesso accade all’estero, come dimostrano i 9.700 euro di premio assegnato da Porsche ai suoi 25.000 dipendenti.