L’esemplare unico realizzato in Inghilterra ha il portellone con l’apertura motorizzata, comodo per caricare borse e valigie

A pubblicare oggi questa notizia si rischia di farla passare come pesce d’aprile. Ma non lo è, considerando che l’annuncio di vendita fa bella mostra già da alcuni giorni.

Qualcuno infatti ha trasformato per davvero una Maserati Quattroporte in shooting brake, quei modelli in voga negli anni ’60 a metà fra le sportive e le wagon: hanno il tetto rastremato e filante come le coupé, ma il generoso portellone consente di sfruttare meglio la capacità del baule.

Maserati Quattroporte Shooting Brake

La trasformazione dell’auto è stata messa a punto da Adam Redding, restauratore di automobili d’epoca che ha ridisegnato la parte posteriore della Quattroporte fornita dal suo cliente: cambiano i finestrini laterali, il tetto e il posteriore, mentre i fanali restano gli stessi.

Il portellone si apre da sé (ma che fatica)

Stando al racconto di Redding, ridisegnare intere parti dell’auto è stato meno difficile che dotare l’auto dell’apertura automatizzata del portellone, un comfort chiesto dal cliente per rendere ancora più pratica quest’auto.

Adam Redding ed i suoi collaboratori hanno faticato non poco a modificare l’elettronica, riuscendo infine a collegare il sistema che motorizza il portellone all’impianto elettrico di bordo, tanto è vero che la trasformazione è stata completata dopo 1.500 ore di lavoro.

Maserati Quattroporte Shooting Brake

La Maserati Quattroporte shooting brake ha percorso circa 14.000 chilometri e ha il motore diesel 3.0, oltre al colore di serie grigio Gunmetal, ai rivestimenti in pelle nera e ad una ricca dotazione: ci sono le ruote di 20”, i sedili riscaldati ed i rivestimenti in nero lucido. Il prezzo non è noto.

C’è un precedente

L’ispirazione per la Quattroporte shooting brake arriva dai quattro esemplari costruiti nel 2008 dalla Carrozzeria Touring Superleggera, che trasformò in shooting brake la vecchia generazione della Quattroporte, dotata del più possente motore aspirato V8 4.2 da 400 CV. Un esemplare di quella “special” è andato all’asta nel 2013 per 117.000 euro, cifre non esagerata considerando l’unicità e il prestigio dell’auto.

Fotogallery: Maserati Quattroporte Shooting Brake