In arrivo 16 novità “Ford Hybrid”, un badge che include tutte le sfumature di elettrificazione dell’auto: dal mild hybrid al plug in, passando per il full hybrid.

Il futuro è elettrico, ma il presente è ibrido. Il piano strategico Ford presentato oggi in pompa magna ad Amsterdam nel corso dell’evento Go Further non lascia spazio ad interpretazioni. Sono in dirittura di arrivo 16 nuovi modelli contrassegnati dal badge Ford Hybrid che sottintende un po’ tutte le sfumature di elettrificazione dell’auto, dal mild hybrid, al plug in passando per il full hybrid.

Dipende dal tipo dal modello, ma soprattutto delle esigenze di mobilità del cliente che mai come nei prossimi anni determineranno la scelta del livello di elettrificazione. E gli americani le opzioni le han messe tutte sul piatto in un colpo solo, eccezion fatta per quella elettrica pura che vedremo più avanti.

Aspettando il Gruppo Volkswagen (?)

"L’esclusione" non è causale, ma figlia (secondo noi) dell’alleanza siglata con il Gruppo Volkswagen per condividere la piattaforma MEB, quella su cui nasceranno tutte le auto elettriche di volume a marchio Audi, Seat, Skoda, Volkswagen e quindi anche Ford.

Ford Go Further 2019

Dunque l’unico annuncio di elettrificazione "totale" riguarda per il momento il Transit da due tonnellate, il più grande fra i commerciali Ford che arriverà nel 2021. Nel frattempo si testano su strada soluzioni per il trasporto merci e persone fra cui il nuovo Tourneo Custom Ibrido Plug-in e un concept di minibus da 10 persone, full electric, caratterizzato da un serie di soluzioni “furbe” per risparmiare energia.

Ford Go Further 2019

La promessa per il futuro prossimo (anno 2020) è quella del crossover completamente elettrico ispirato alla mitica Mustang per il quale Ford ha preannunciato 600 chilometri di autonomia. Ma l’auto fisicamente non si può vedere e per il momento bisogna accontentarsi di questa foto teaser...

Ford Mustang SUV Concept

L’ibrido non è uguale per tutti

Il pragmatismo di Ford riguarda anche le scelte di ibridizzazione che sarà leggera per Fiesta e Focus con l’adozione un sistema di tipo mild-hybrid (qui l’articolo). L’ibrido "vero" sarà invece disponibile sulla nuova generazione della Kuga, sia come full hybrid che come plug-in (con 50 chilometri di autonomia in modalità elettrica). E comunque le versioni d’accesso alla gamma sono disponibili anche con un powertran mild-hybrid.

Ford Go Further 2019

Il nuovo Explorer invece, il maxi SUV da 7 posti di vocazione squisitamente americana, sarà disponibile esclusivamente con un powetrain plug in da 450 CV che promette 40 chilometri di autonomia in modalità elettrica.

Ford Go Further 2019

Il futuro over the air

Tornando a parlare di auto elettriche “pure” in attesa di vedere la Mustang-SUV a batteria, Ford ha ricordato come la connettività sarà quella più evoluta in grado di aggiornare online il software di bordo. È il famoso over-the-air (OTA) che è diventato ormai imprescindibile sulle elettriche, come ci insegna Tesla.

Ancor più essenziale è la possibilità di caricare la batteria in tempi rapidissimi, cosa possibile per le prossime Ford elettriche anche grazie alla diffusione delle colonnine ultra fast da 350 kW di potenza. Si tratta del programma Ionity di cui Ford è uno dei fondatori e che entro il 2020 renderà disponibili 400 stazioni di ricarica veloci in tutta Europa, Italia compresa.

Fotogallery: Ford Go Further 2019