Disponibili per tutti fino al 2030, favoriranno la diffusione di vetture ibride e fuel cell a idrogeno

L’idea dell’auto “open source”, progettata utilizzando tecnologie aperte e disponibili a tutti pubblicamente non è nuova, ma resta affascinante e lo diventa ancora di più quando riguarda l’auto elettrificata. Non deve stupire quindi che Toyota abbia appena annunciato la volontà di regalare quasi 24.000 brevetti relativi proprio alle tecnologie dell’auto ibrida, campo in cui la Casa giapponese vanta un’esperienza ventennale.

Oltre a questo Toyota offre a tutti gli altri costruttori il proprio know-how e supporto tecnico su motori elettrici, batterie, centraline di controllo e altri sistemi di elettrificazione dell’auto, ma in questo caso dietro ad un compenso da stabilire.

Un'evoluzione dello scambio di brevetti

L’iniziativa, non nuova per Toyota e simile a quanto già fatto da Tesla, arriva proprio all’indomani del Ford Go Further 2019 che ha visto debuttare Kuga Hybrid e Mondeo Hybrid Wagon realizzate anche grazie allo scambio di brevetti con Toyota.

Già quindici anni fa la Casa dell’Ovale Blu aveva stretto accordi con Toyota per realizzare le sue prime auto ibride, in particolare la Ford Escape del 2004 e la Ford Fusion del 2009.

2019 Toyota Prius AWD-e

Più auto elettrificate per ridurre la CO2

Lo scopo annunciato di Toyota è quello di diffondere in tutto il mondo la produzione di veicoli elettrificati per “aiutare governi e produttori auto a raggiungere gli obiettivi legati al cambiamento climatico”, riducendo le emissioni di CO2.

Questi 23.740 brevetti registrati da Toyota e offerti pubblicamente a costo zero possono essere richiesti direttamente alla Casa nipponica già da ora e fino alla fine del 2030, previa la definizione di termini e condizioni di utilizzo.

Ci sono anche licenze per le fuel cell

Ricordiamo che già nel 2015 Toyota aveva offerto 5.680 suoi brevetti fuel cell relativi alla progettazione di auto a idrogeno come la Mirai. A quella prima serie di licenze gratuite si aggiungono oggi circa 2.590 brevetti per i motori elettrici, 2.020 brevetti per le unità di controllo (PCU) e 7.550 per altri sistemi di controllo.

Non mancano neppure 1.320 brevetti per i gruppi motore/cambio, 2.200 licenze per i caricatori elettrici e altri 2.380 per le pile a combustibile (fuel cell).

Fotogallery: Nuova Toyota Corolla Hybrid