La consegna, assieme a LeasePlan, oggi al Comando Generale di Roma

Era solo questione di tempo prima che l’elettrificazione contagiasse i Carabinieri. Un contagio che prende forma oggi, nella sua forma più concreta – la full hybrid – al Comando Generale di Roma, dove l’Arma accoglierà la Toyota Yaris Hybrid, l’auto ibrida più venduta in Italia, pronta a scendere per le strade delle città italiane con 250 unità fornite da LeasePlan, vincitrice della gara CONSIP per il noleggio a lungo termine delle vetture. Una soluzione, quella del noleggio a lungo termine, che ha permesso all'Arma di dotarsi di un numero maggiore di auto rispetto a quanto avrebbe potuto fare con un classico acquisto.

Noleggio che avrà la durata di 60 mesi, non eccessivamente lungo quindi e che vedrà le Yaris ibride riconvertite, per tornare ad avere un aspetto da auto "civile", e rimesse poi nel mercato dell'usato.

L’Arma per il centro città

Si tratta della prima flotta elettrificata messa a disposizione dei Carabinieri, per i quali Toyota Italia ha ideato (offrendoli a titolo completamente gratuito) una serie di 10 sessioni di formazione su tecnologia e guida ibrida a 250 Carabinieri dei comandi di Firenze, Perugia, Milano, Bologna, Napoli, Padova, Cagliari, Palermo, Catanzaro e Roma, per aiutarli a sfruttare al meglio la doppia motorizzazione delle Yaris in dotazione.

Una volta operative le piccole giapponesi entreranno in servizio in aree pedonali o sottoposte a particolari vincoli ambientali, dove (come dimostrato più volte dai test) potranno circolare per oltre il 50% del tempo in modalità puramente elettrica. Questo grazie al motore elettrico che affianca il 1.5 benzina, per un totale di 100 CV di potenza e una percorrenza media dichiarata di 27 Km/l con emissioni di CO2 pari a 84g/km.

'

L’ibrido in divisa

Come tutte le altre vetture consegnate all’Arma, anche la Toyota Yaris Hybrid è stata modificata, a partire dalla livrea che veste il classico blu con strisce rosse, dai lampeggianti blu sul tetto e i segnalatori luminosi a LED.

Toyota Yaris Hybrid Carabinieri

Modificato anche l'abitacolo, dove oltre ai vari sistemi di comunicazione come Odino – per collegarsi in tempo reale con le varie banche dati di Polizia, Motorizzazione e Ania – ci sono anche speciali supporti a bloccaggio meccanico per le armi d'ordinanza. Nella cappelliera è stato invece ricavato uno scrittoio mentre nel bagagliaio sono presenti differenti vani per riporre in sicurezza e ordine tutte dotazioni d’ordinanza.

Fotogallery: Toyota Yaris Hybrid Carabinieri