Il V6 raggiunge 349 CV grazie al compressore elettrico

Nonostante il diesel sia ancora sotto accusa e sempre più amministrazioni (come Roma) vogliano bandirlo dalle città, le nuove Audi S6 (berlina e Avant) ed S7 Sportback nel Vecchio Continente snobbano il TSI per montare il V6 TDI di 3 litri, già visto sotto il cofano della SQ5, con una novità: l’adozione di un sistema Mild Hybrid a 48 Volt. Un motore da 349 CV e 700 Nm di coppia con compressore elettrico, alimentato dal sistema micro ibrido, che abbatte i tempi di risposta del motore e – sempre grazie all’elettrificazione – riduce consumi ed emissioni. La meccanica si completa con la trazione integrale quattro e il cambio automatico tiptronic a 8 rapporti.

Sportive che veleggiano

Il Mild Hybrid con batteria agli ioni di litio da 10 Ah del permette alle nuove Audi S6 ed S7 di veleggiare (ovvero avanzare per inerzia, col motore spento) per un massimo di 40” e attivare lo start&stop già ai 22 km/h. Così i consumi dichiarati si attestano sui 6,3 litri ogni 100 km per la S6 berlina, con 165 g/km di CO2 e  6,5 per S6 Avant (171 g/km) ed S7 Sportback (170 g/km).

Fotogallery: Audi S7 Sportback TDI

Come detto il sistema micro ibrido agisce anche sulla turbina elettrica che fino ai 1.650 giri, per poi lasciare che siano i gas di scarico a portare la sovralimentazione. Così la risposta del V6 TDI è immediata e lo 0-100 viene coperto in 5” per la S6 e 5,1 per S6 Avant ed S7 mentre la velocità massima (limitata elettronicamente) è di 250 km/h. Sportività che viene amplificata dall’assetto ribassato di 20 mm, i cerchi da 20” o 21” (come optional) e la possibilità di montare un impianto frenante carboceramico con pinze a 6 pistoncini e dischi da 400 mm all’anteriore e 375 al posteriore.

Le novità riguardano anche la presenza dell’assetto regolabile di serie e (optional) l’asse posteriore sterzante, funzionate in controfase fino ai 60 km/h e in fase (nella stessa direzione delle ruote posteriori) a velocità superiori. Così le nuove “S” garantiscono una maggiore manovrabilità.

Fotogallery: Audi S6 TDI Avant

Facili da riconoscere

C’è anche un’estetica dedicata, con minigonne e 4 scarichi che emergono dall’estrattore, inserti in alluminio e nero lucido nella calandra e prese d’aria più grandi del normale. Anche in abitacolo i designer hanno lavorato per creare un ambiente più sportivo, con sedili sportivi, volante con corona tagliata nella parte inferiore e grafica dedicata per l’Audi virtual cockpit.

Fotogallery: Audi S6 TDI berlina