Il documentario FCA What's Behind mostra le fasi di test e sviluppo dei nuovi modelli

Abbiamo tutti confidenza con le immagini rubate dei "muletti" in fase di collaudo, spesso nelle terre estreme, fra i ghiacci o nel caldo torrido. Il Gruppo FCA ha realizzato un documentario a puntate che mostra le fasi di test e sviluppo dei nuovi modelli e permette di vedere il lavoro svolto nei centri prova sparsi per il mondo, alla ricerca delle difficoltà più grandi. 

'

Come nasce un'auto? Ma soprattutto: dove nasce? FCA ha deciso di raccontarlo con una serie TV in cui svela il dietro le quinte dello sviluppo e della messa a punto di ogni modello del gruppo. Il documentario FCA What's Behind, girato con taglio cinematografico, è diviso in episodi che affrontano le varie fasi di sperimentazione che coinvolgono le auto.

centro prove FCA

Oltre un anno di lavoro

Per realizzare FCA What's Behind è servito oltre un anno di lavoro. E il progetto non è ancora volto al termine. Anzi, in futuro proseguirà per affrontare ulteriori temi. Al momento, le puntate, di circa dieci minuti ciascuna, sono state realizzate montando 1.500 ore di girato raccolto in 60 giorni di riprese.

centro prove FCA

Temperature estreme

La prima puntata, già visibile attraverso i canali social di FCA, è girata in Svezia. E più precisamente nel centro prova di Arjeplog, al circolo polare artico. Mostra i test che si svolgono durante il lungo e freddissimo inverno scandinavo, su piste ricavate sui laghi ghiacciati a temperature che possono arrivare anche a -40° C.

centro prove FCA

Questo per valutare l'affidabilità degli organi meccanici, la resistenza delle guarnizioni e il corretto funzionamento di tutte le componenti. Il secondo episodio, in particolare mostra i test svolti ad Upington, in Sud Africa, e più precisamente nel deserto del Kalahari, dove si possono raggiungere anche i 50° Celsius.

Un lungo lavoro di affinamento

Le puntate di FCA What's Behind proseguiranno poi mostrando i test che FCA svolge in altri centri prova. Da Balocco, vicino a Vercelli, dove esistono le piste di alta velocità, le pavimentazioni speciali e vari altri circuiti, a Orbassano, alle porte di Torino, dove vengono effettuate tutte le misurazioni inerenti la sicurezza.

centro prove FCA
centro prove FCA

Si vedrà come viene definita l'aerodinamica delle auto, come si lavora sui telai, come si definiscono il comfort e le doti dinamiche.

Uno sguardo al futuro

Oltre a mostrare le attività che si svolgo attualmente, FCA What's Behind potrebbe continuare affrontando temi che riguardano la mobilità di domani. Da quelli inerenti le auto elettriche (con l'imminente arrivo della 500 a zero emissioni, attesa per il 2020) a quelli sulle vetture a guida autonoma.

centro prove FCA

Questi ultimi, ad esempio, potrebbero essere girati a Chelsea, in Michigan, dove FCA ha da poco investito 30 milioni di dollari proprio per ricreare le condizioni ideali di messa a punto di auto in grado di guidare da sole.

L'importanza della sperimentazione sul campo

Ma nell'epoca della digitalizzazione, della realtà aumentata e dei computer, perché le automobili sono ancora messe alla prova in condizioni reali? Che necessità c'è di spostare uomini e mezzi in giro per il mondo? A questa domanda risponde l'ingegner Claudio Demaria, a capo della divisione di sviluppo prodotto per l'area EMEA: “con il Virtual Development, ormai, si possono progettare auto in modo molto accurato".

centro prove FCA

Continua dicendo: "Ma senza una seconda fase di messa a punto reale, che chiamiamo Physical Testing, non possiamo deliberare la produzione di un nuovo modello. L'automobile è un oggetto troppo complesso e ci sono variabili che i computer non riescono ancora a simulare correttamente.

centro prove FCA

Lo facciamo noi, in un range di temperature che va da -40 a +80 gradi centigradi, con test in grado di testare ogni componente in condizioni di stress estremo. Ci sono 2.500 attività per la realizzazione di una nuova auto. La tecnologia aiuta, ma la prova sul campo è ancora necessaria”.