Salgono anche gasolio e GPL

Il triste primato spetta alla stazione di servizio di San Pietro (Napoli) dove il prezzo della benzina ha superato quota 2 euro al litri, attestandosi a 2,071. Ma non è l’unico luogo dove i prezzi alla pompa sono schizzati oltre livelli di guardia: secondo quanto riportato dall’Osservatorio carburanti del Mise infatti quota 2 euro è superata anche a San Zenone est (Milano) con 2,020 euro al litro, Lucignano est (Arezzo) con 2,041 euro al litro e Arno ovest (Firenze) con 2,051.

Salgono tutti

Anche Quotidiano Energia segnala importanti aumenti del prezzo del carburante, con aumenti di circa  1 centesimo al litro sia per benzina sia per diesel, per un prezzo medio in modalità self service che – come raccontato ieri – arriva a 1,618 euro al litro per la “verde” e 1,508 euro al litro per il gasolio. Rimane più basso nei distributori no-logo: rispettivamente a 1,598 e 1,486.

Impennata anche se si fa carburante in modalità servito: 1,750 euro al litro di media per “verde” (no-logo fermi a 1,643) e 1,643 euro al litro per gasolio (no-logo più basso a 1,531). Sale anche il prezzo del Gpl, che varia da un minimo di 0,637 e un massimo di 0,663 euro, con distributori no-logo a 0,632.

Le cause

Come raccontato ieri una delle cause principali di questi improvvisi rialzi è da al presidente USA Trump e alla sua decisione di sanzionare i paesi che importano petrolio dall’Iran. Il Codacons avverte poi come questi aumenti “Rendono sempre più salati i ponti degli italiani del 25 aprile e dell’ 1 maggio, e che rischiano di determinare speculazioni legate alle vacanze delle famiglie e al maggiore consumo di carburante nelle prossime ore”.

L’associazione dei consumatori sottolinea anche come “Il prezzo della benzina ha sfondato in alcuni casi la soglia dei 2 euro al litro, determinando una stangata a carico di milioni di italiani che si sposteranno in auto per i prossimi ponti. Un pieno di gasolio costa oggi circa 5,5 euro in più rispetto ad aprile 2018 (+4 euro la benzina) e il rincaro alla pompa raggiunge quota +7% su base annua”.