La presentazione attesa il prossimo 31 maggio

Che vi piaccia o no anche per Ferrari si sta avvicinando il momento dell’ibrido (cui seguirà quello del SUV). Un ibrido non più a numero chiuso come quello della hypercar LaFerrari e potentissimo. Già, ma quanto? A Maranello le bocche sono super cucite ma, per nostra fortuna, a svelare la prima specifica tecnica ci ha pensato un utente di Ferrari Chat postando l’immagine dell’invito alla presentazione dell’auto. La data dice 31 maggio ed è accompagnata dalla scritta 1.000 CV (in realtà la presentazione della SF90 Stradale è stata il 29 maggio, al link tutti i dettagli).

Ibrida e bella

Come abbiamo già raccontato qualche giorno fa Louis Camilleri, ad del Cavallino, ha definito la nuova Ferrari ibrida “una vera bellezza”, con le linee tracciate dal responsabile del design Flavio Manzoni. Assomiglierà a una 812 Superfast? Oppure riprenderà l’aspetto della F8 Tributo? Difficile dirlo e nel nostro recente tour all’interno del Centro Stile di Maranello nessuno ha osato dirci qualcosa a riguardo.

Fotogallery: Ferrari 488 ibrida, le foto spia

Di certo la potenza di 1.000 cavalli la renderà la Ferrari più potente in gamma ma, anche in questo caso, i dubbi restano. Il motore a combustione sarà il noto V8 turbo (opzione più probabile) oppure vedremo l’arrivo di un inedito V6, magari derivato da quello di Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio? Quanti motori elettrici ci saranno? Secondo alcuni ci saranno 3 propulsori a emissioni zero, per favorire il torque vectoring, altri invece scommettono su un più classico motore elettrico singolo.

Apripista

Quello che è certo è che la Ferrari ibrida che vedremo il 31 maggio non rimarrà sola: anche a Maranello infatti la moda dell’elettrificazione sta prendendo piede e in futuro – non troppo lontano – arriveranno altri modelli con un mix di motori endotermici ed elettrici.

C’è poi l’ultima incognita e riguarda i prezzi. Secondo rumors si partirà da 600.000 euro, per poi salire a seconda delle personalizzazioni.

Fotogallery: Ferrari, l'invito per la presentazione dell'ibrida