Ancora uno scivolone (-0,5%) per le vendite di auto nuove, in calo da otto mesi consecutivi. Volkswagen perde terreno, salgono PSA e Renault

Aprile non inverte la tendenza e si aggiunge così al lungo elenco di mesi consecutivi in perdita: sono ben otto, perché l’ultimo segno + per le vendite di auto nuove in Europa risale ad agosto 2018. La flessione però non è grave come nei mesi scorsi, perché ad aprile 2019 è stato registrato un calo dello 0,5% nei Paesi dell’Unione e in quelli dell’area Efta, vale a dire Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera, dove si è passati dalle 1.351.352 auto vendute ad aprile 2018 alle 1.344.863 del mese scorso.

Spagna "locomotiva", Regno Unito in flessione

Hanno tenuto botta Spagna (+2,6%), Italia (+1,5%) e Francia (+0,4%), mentre gli altri due Paesi dei primi cinque hanno accusato un calo: la Germania dell’1,1%, il Regno Unito del 4,1%. Sono in controtendenza Cipro e la Lituania, dove l’aumento ha superato il 42,0%, ma questi exploit hanno un valore limitato sui dati complessivi: il mese scorso in Lituania sono state vendute 4.450 auto, contro la 310.715 della Germania.

La Volkswagen perde terreno

Aprile è stato un mese negativo per Volkswagen, che ha accusato una perdita del 3,7% ed è passata da 336.364 a 323.832 consegne. Dei primi quattro gruppi in classifica, però, quello tedesco è stato l’unico a perdere terreno rispetto ad aprile 2018: PSA ha guadagnato l’1,5% e ha raggiunto le 215.382 unità, Renault è salita a 143.123 nuove immatricolazioni (l’1,8% in più) e la Hyundai ha staccato un bel +2,6%, passando da 86.224 a 88.489 consegne. Ford, al sesto posto, ha perso il 4,8% ed è stata superata da BMW, che invece ha guadagnato il 7,7% (80.430 contro 81.181 unità).

Lancia davanti ad Alfa Romeo

FCA non interrompe il suo momento negativo e ad aprile cede il 2,9%, tanto da vedersi superare in classifica dal gruppo Hyundai: ora il costruttore italiano è al quinto posto. FCA ha perso il 2,9% rispetto ad aprile 2019 e ha targato 87.050 nuove vetture, contro le 89.670 di aprile 2018, nonostante il +0,4% di Fiat e il sorprendente +29,9% di Lancia. Pesano però il -6,0% di Jeep e il -41,5% di Alfa Romeo, che ad aprile ha venduto persino meno auto di Lancia: 4.389 contro 5.739.