L'azienda francese è presente ad Autopromotec, dove annuncia il progetto di riesaminare le strade italiane alla ricerca di nuovi autovelox

Ci sarà anche la Coyote alla fiera Autopromotec di Bologna, una rassegna biennale in programma dal 22 al 26 maggio dedicata al mondo dell’aftermarket, cioè a tutto quello che si può acquistare per migliorare o personalizzare un’auto dopo averla comperata: dai pneumatici ai ricambi, dagli accessori agli aiuti alla guida.

Ed è proprio nella sezione degli aiuti alla guida (i cosiddetti ADAS) che l’azienda francese mostrerà i suoi prodotti, di grande aiuto per gli automobilisti in quanto segnalano gli autovelox sulla base di indicazioni pre-caricate sulla mappa o fornite da altri utenti.

Un tour alla ricerca di nuovi autovelox

L'affidabilità delle mappe quindi è fondamentale per la Coyote, che ha mandato in giro per l'Italia cinque equipaggi per passare al setaccio 100.000 chilometri di strade italiane, con l'obiettivo di tracciare nuovi rilevatori di velocità o scoprire se nel frattempo alcuni sono stati eliminati.

Ad Autopromotec saranno mostrati i dispositivi Coyote Mini, Coyote S, Coyote Nav+ e l’applicazione per smartphone, scaricabile gratuitamente per dispositivi con sistema operativo Android o iOs (dopo i primi 30 giorni d’utilizzo costa 5,99 euro al mese).