La Casa di Martorell ha dato il via alla sperimentazione del biogas come carburante alternativo, con una flotta di auto già operativa a Barcellona

Nel primo quadrimestre del 2019, Seat ha registrato il proprio record storico di vendite. Il "dato nel dato" è che il marchio spagnolo è quello con la clientela dall'età media più bassa nel panorama automobilistico attuale e il mercato italiano non fa eccezione.

Tornando agli ottimi numeri di mercato, la spiegazione è semplice: l'arrivo di ben 3 Sport Utility nella gamma. Dall'Arona alla Tarraco, passando per la Ateca, il segmento dei SUV è coperto praticamente al 100%. A tutto ciò, si aggiungono due cavalli di battaglia come l'Ibiza e la Leon, in grado di difendersi sempre in modo egregio. Ampliata la gamma, ora Seat studia le alimentazioni che in futuro potranno sostituire quelle derivate dai combustibili fossili. E non si parla di elettrico...

La sperimentazione del bio gas

Non che il metano sia una novità per Seat: la gamma attuale comprende già numerosi modelli alimentati a gas naturaleIbizaLeon, più di recente Arona, che ora monta il 1.0 TGI da 90 CV, la stessa motorizzazione utilizzata dalla Ibiza con questa alimentazione.

Seat, alimentazioni alternative

Il passo successivo è non estrarre più il metano dal sottosuolo, bensì produrlo in modo naturale dalle acque reflue, una sperimentazione che è già in atto in Spagna, dove una flotta di Seat alimentate da biogas sta testando questo carburante sulle strade di Barcellona.

La rete di distribuzione del biometano sarebbe ancora da sviluppare, ma potrebbe rappresentare una valida alternativa ai carburanti tradizionali oggi in commercio, affiancando le sempre più diffuse auto elettriche.

Non solo metano, anche ibrido ed elettrico

Metano e biometano non sono le uniche soluzioni a cui stanno lavorando i tecnici e gli ingegneri. Un'auto che ha suscitato grande interesse al Salone di Ginevra 2019 è stata la Cupra Formentor, la prima auto sviluppata interamente dal marchio sportivo Cupra.

Seat, alimentazioni alternative

Questo SUV sportivo dovrebbe arrivare sul mercato nel 2020 e monterà un sistema ibrido plug-in da 250 CV, che potrebbe essere declinato poi al resto della gamma Seat, fornendo un powertrain totalmente nuovo, se non per il Gruppo VW, di sicuro per il marchio.

Attesa per il 2020 è anche la prima auto elettrica di Seat, la el-Born, che sarà anche la prima del gruppo Volkswagen a debuttare sul mercato.

Fotogallery: Seat, alimentazioni alternative