Test in circuito per la nuova variante della coupé modenese, che sembra avere look e potenza in linea con la McLaren Senna

Ferrari ha presentato da poco la SF90 Scuderia, Lamborghini lancerà una variante potenziata della Urus e Maserati sta lavorando alla coupé elettrica. E’ evidente insomma che si respira un certo fermento nella Motor Valley, l’area fra Bologna e Modena considerata il distretto italiano delle auto sportive (e moto: non dimentichiamoci che a Borgo Panigale, provincia di Bologna, è casa Ducati).

Lo conferma anche il nuovo progetto di Pagani, che lancerà fra pochi mesi un’evoluzione della Huayra, alle prese in questo periodo con i test di sviluppo su strada e in pista, dov’è stata filmata dall’utente di YouTube 19Bozzy92 mentre percorre alcuni giri sul tracciato bresciano di Castrezzato.

L'aerodinamica non mente

La Huayra del filmato, stando alle immagini ottenute (e poi rimosse) del sito internet GT Spirit, dovrebbe chiamarsi Dragon ed essere un progetto speciale messo a punto su richiesta del preparatore russo TopCar, che avrebbe commissionato alcuni esemplari dal look pronto-corsa e dal carattere ancor più estremo.

Le indiscrezioni vanno prese con cautela, ma dal video si nota chiaramente che la Huayra Dragon ha appendici aerodinamiche assai maggiorate, in particolare al posteriore, dove si notano la “cresta” sul lunotto, l’enorme ala e un estrattore dell’aria ancora più massiccio.

Sarà una rivale della McLaren Senna?

L’impressione è che la Huayra Dragon sarà ancora più “pepata” della BC, che può contare sul motore V12 biturbo 6.0 da 750 CV. Non è sbagliato pensare che il “seimila” abbia ancora un certo margine per essere potenziato e sia in grado perciò di avvicinare gli 800 CV. Se così fosse la Dragon sarebbe una perfetta rivale della McLaren Senna, che ha un motore da 800 CV (anche se V8 da 3.8 litri) e appendici aerodinamiche non meno vistose.