In occasione del Gran Premio di F1 di Abu Dhabi di novembre verranno messe all’asta molte supercar, tra cui una Ferrari F40 e una F2002 molto speciali

La stagione 2019 della Formula 1 si chiuderà con Gran Premio di Abu Dhabi (29 novembre – 1 dicembre) e per l’occasione RM Sotheby's metterà all’asta numerosi bolidi di differenti epoche, tre le quali figurano una Lamborghini Diablo GT, una Porsche 918 Spyder e una Porsche 911 RSR 3.8 del 1993. Le vere punte di diamante però saranno 2 vetture col Cavallino Rampante sul cofano: una Ferrari F40 del 1990, perfettamente conservata e la F2002, la monoposto portata al successo nel mondiale da Michael Schumacher.

La monoposto dei record

Proprio la F2002 rappresenta il fiore all’occhiello dell’asta. Si tratta infatti dell’esemplare con telaio 219, vincitrice di 3 Gran Premi nel 2002: Imola, Magny-Cours e il discusso GP d’Austria dove Schumi sorpassò l’allora compagno di squadra Rubens Barrichello sul rettilineo dell’ultimo giro, seguendo le istruzioni di Jean Todt, all’epoca a capo della Scuderia Ferrari.

Una monoposto tra le più riuscite di sempre, capace di dare vita a 9 doppiette e che col campione tedesco al volante terminò 9 Gran Premi davanti a tutti e 5 volte in seconda posizione. Risultati che lo portarono a vincere il mondiale con 6 gare ancora da disputare, un record detenuto in coabitazione con Manuel Fangio.

Ferrari F2002

Supercar da sogno

Forse la Ferrari più amata di sempre anche la F40 che andrà all’asta in occasione del GP di Abu Dhabi ha particolari che la rendono un pezzo ancora più unico. Al di là del maniacale lavoro di manutenzione e restauro infatti il modello è autografato da Sebastian Vettel. Chissà se basterà questo per far alzare il valore e raggiungere quotazioni record.