Ci sono anche una Cadillac DeVille e un'elettrica: ecco alcune delle auto più caratteristiche utilizzate dai Papi in oltre cinquant'anni di servizio

Tutti i capi di stato possiedono delle auto "speciali": Donald Trump si muove con l'enorme Cadillac "The Beast" mentre il presidente francese Emmanuel Macron con la prima DS 7 Crossback uscita delle linee di produzione.

Molto spesso lo si scorda, ma anche il Papa è un capo di stato, Capo della Chiesa cattolica e sovrano dello Stato della Città del Vaticano, motivo per cui ha a disposizione delle auto per i suoi spostamenti in Italia o all'estero. Non una macchina normale ma modificata di tutto punto per accompagnare il Pontefice nelle sue visite pastorali. Il nome? Papamobile.

Sempre più confortevoli e protette

Ma di Papamobile non ce n'è solo una: nel corso della sua vita ha subito diverse trasformazioni, sono stati utilizzati molti modelli e le modifiche che sono state apportate l'hanno evoluta a livello di comfort e di protezione.

La Papamobile ha il numero 1 nelle registrazioni, motivo per cui la targa è SCV 1 ("Stato della Città del Vaticano", o Stato della Città del Vaticano). Come si è trasformata nel corso del tempo? Ecco una carrellata di Papamobili a partire dagli anni '30.