Il 4.0 TFSI guadagna il sistema mild hybrid e raggiunge i 563 CV. L'assetto prevede sospensioni predittive e quattro ruote sterzanti

Motore, assetto e design. Sono le tre aree in cui la nuova Audi S8 si differenzia dal resto della gamma A8, con cui ovviamente continua a condividere tutta la tecnologia di altissimo livello. Sotto il cofano anteriore c'è una vecchia conoscenza del Gruppo tedesco, il 4.0 TFSI V8 che spinge anche altri modelli - come la Lamborghini Urus - ma che in questa versione ha guadagnato il sistema mild hybrid basato su rete elettrica a 48 Volt.

E' un motore che eroga 563 CV e 800 Nm di coppia, ma che è anche in grado di disattivare i cilindri per massimizzare l'efficienza ai bassi carichi e di avere uno start-stop 2.0 gestito da generatore-alternatore, che ricarica una batteria agli ioni di litio dedicata.

Numeri e sound da vera sportiva

Audi S8 (2019)

Audi per ora ha dichiarato solo la velocità massima, limitata ai soliti 250 km/h, e non l'accelerazione da 0 a 100 km/h ma possiamo tranquillamente ipotizzare che sarà nell'ordine dei 4 secondi, se non inferiore.

Numeri da sportiva di razza, una caratteristica che dovrebbe andare a braccetto con un bel sound, visto l'impianto di scarico con valvole di by-pass controllate elettronicamente. A proposito di rumore, non manca il sistema di cancellazione attiva delle frequenze più fastidiose, di modo da far risaltare quelle più piacevoli.

Sospensioni "telepatiche"

Audi S8 (2019)

Parlando invece di assetto, per le sospensioni la S8 utilizza gli stessi schemi della A8, quindi quadrilatero alto all'anteriore e multi-link al posteriore. Quello che c'è di nuovo sull'ammiraglia sportiva di Ingolstadt si chiama "Sospensioni attive predittive": la base tecnica sono gli ammortizzatori ad aria, la cui risposta può essere regolata singolarmente su ogni ruota tenendo conto del tratto di strada che si sta per affrontare.

Attraverso la telecamera anteriore, infatti, il software di gestione "legge" il fondo stradale e adegua la durezza di conseguenza, riducendo rollio e beccheggio solo quando serve.
Per fare un esempio pratico, il rollio massimo della S8 è di 2,5 gradi, cioè la metà dei 5 gradi delle altre A8.

Inoltre, durante le fasi di salita e di discesa dall'auto, tutto il corpo vettura sale di 52 mm, per facilitare le operazioni. Sempre a proposito di assetto, sull'Audi S8 c'è il sistema di sterzatura dinamica sia per l'asse anteriore che per quello posteriore, che si aggiunge al differenziale posteriore attivo con il sistema di torque vectoring, che privilegia la ruota con più aderenza.

Una supercar da turismo

Audi S8 (2019)

Insomma, nonostante una lunghezza nell'ordine dei 5 metri la S8 dovrebbe avere davvero tutti i crismi della supercar. E se non bastasse quello che c'è di serie, in opzione ci sono anche i dischi carbo-ceramici.

Il pacchetto estetico prevede modifiche al paraurti anteriore, alla parte inferiore delle fiancate e agli specchietti, oltre che i doppi scarichi posteriori gemellati. All'interno, infine, la plancia ha una rifinitura dedicata in fibra di carbonio a effetto 3D abbinata all'alluminio spazzolato.

Fotogallery: Audi S8 2019