Inaugurato a Sant'Agata Bolognese il nuovo reparto di verniciatura per la Urus, intelligente e amico dell'ambiente. 200 le nuove assunzioni

Lamborghini ha il suo nuovo reparto di verniciatura dedicato alla Urus. Mancava solo questo tassello per completare la grande rivoluzione dello stabilimento di Sant’Agata Bolognese, che proprio grazie all’arrivo del nuovo super SUV è raddoppiato sia in termini di capacità produttiva che dimensionali: nel 2016 misurava 80.000 metri quadrati coperti, ma ora la superficie è di 160.000 metri quadrati.

E la verniciatura, per quanto possa sembrare una fase scontata della produzione di un’auto, quando si parla di una supercar esclusiva e ultra personalizzabile come una Lamborghini ha una rilevanza strategica che richiede tecnologie e processi specifici. Che ora sono Made in Sant’Agata Bolognese.

C'è tecnologia anche nelle vernici

Basta un numero per rappresentare la complessità: 300. Tante solo le opzioni di colori che un cliente Urus può scegliere, suddivise in quattro “famiglie” di vernici: normali, speciali, opache e Ad Personam, interamente personalizzabili dal cliente, che può decidere anche di far applicare sulla carrozzeria una grafica ad hoc.

Lamborghini Urus, nuovo impianto di verniciatura a Sant’Agata Bolognese

E per assecondare tutti, combinando il colore con le altre personalizzazioni tecniche o estetiche, serve una linea di produzione modulare e soprattutto intelligente, tanto è vero che i macchinari nella fabbrica si affiancano ai lavoratori in carne ed ossa, perché ai primi sono riservati i lavori più gravosi e ai secondi quelli di precisione. L’impianto di verniciatura è dotato inoltre dell’intelligenza artificiale, che tiene in memoria il tempo necessario per ciascuna vettura e programma con accortezza la verniciatura di quelle successive.

Nuovi posti di lavoro

Il reparto di verniciatura completa l’ampliamento del sito produttivo, dove oggi lavorano 1.750 dipendenti, il 10% in più rispetto al 2017 e il 70% in più di cinque anni fa. Solo per l’area della verniciatura ne sono state assunti 200, formati (e pagati) 12 mesi prima di iniziare a lavorare. Non per altro Lamborghini è fra i posti di lavoro che tutti vorrebbero.

Fotogallery: Lamborghini Urus

La realizzazione dei nuovi edifici e l’installazione di tecnologie innovative hanno coinvolto oltre 600 imprese per un totale di 3.600 persone esterne coinvolte, che hanno reso la fabbrica di Sant’Agata Bolognese un impianto al vertice per sostenibilità ambientale, tanto è vero che l’area della verniciatura occupa il 30% in meno di spazio rispetto ad una fabbrica analoga.

Fotogallery: Lamborghini Urus, nuovo impianto di verniciatura a Sant’Agata Bolognese