All'ex-pilota di Formula 1 e all'ingegnere papà della Mercedes-AMG Project One va il compito di rendere fruibili quasi 2.000 CV

Mentre il programma di sviluppo e test in galleria del vento della Battista procede in Italia sotto la supervisione dell'ex pilota di Formula 1 Nick Heidfeld, Automobili Pininfarina ha confermato che la sua hypercar elettrica di lusso debutterà durante la Monterey Car Week, che si terrà a The Quail il 16 agosto 2019.

L'italiana più potente di sempre

Quando inizieranno le consegne ai clienti, alla fine del prossimo anno, la Battista sarà la vettura più potente mai progettata e costruita in Italia. I numeri dichiarati parlano di 1.900 CV e 2.299 Nm di coppia, valori difficili anche solo da immaginare a livello di esperienza di guida.

Pininfarina Battista, i test delle prestazioni

A renderle fruibili ci stanno pensando Nick Heidfeld e Rene Wollmann, che è il Direttore Tecnico della Pininfarina, ma anche il papà della Mercedes-AMG Project One.

Pezzi da novanta

“Le prestazioni aerodinamiche della Battista nella galleria del vento Pininfarina si sono dimostrate pressoché identiche alle aspettative formulate tramite modellazione CFD - ha dichiarato Wollmann - per questo possiamo prevedere con sicurezza un significativo incremento dell’autonomia potenziale della Battista rispetto alla prospettiva originale di 450 km con una singola carica".

Automobili Pininfarina Battista

Grazie alla sua esperienza maturata nell’arco di venti anni come pilota e collaudatore di auto da corsa per la Formula 1 e la Formula E, durante il tempo trascorso nel simulatore Heidfeld si è concentrato principalmente su due aspetti chiave: il primo è quello di definire le caratteristiche della guida, il secondo riguarda la calibrazione dell’aerodinamica, per ridurre la resistenza all'avanzamento e ottimizzare il raffreddamento.

Prestazioni uniche

“Guidare una prima versione della Battista nel simulatore è stata un’esperienza straordinaria. La preparazione, il setup e l’esecuzione delle prime sessioni con una hypercar innovativa dalle prestazioni strepitose sono stati eccellenti, paragonabili alle prime sessioni di simulazione che ho effettuato nella mia carriera agonistica - ha spiegato Heidfeld - L’aspetto che più mi ha impressionato è la maneggevolezza della vettura.

Battista Blue Iconica a Roma 2019

E, come mi aspettavo, l’accelerazione è assolutamente fenomenale, nulla di lontanamente simile a qualsiasi altra automobile che abbia mai guidato, sulla strada o in pista.”

Due milioni di euro

Per l'Europa è prevista una produzione di soli 50 esemplari, con altri 50 in Nordamerica e 50 per Medio Oriente e Asia; la Battista avrà un valore di due milioni di euro e potrà essere ordinata tramite una ristretta rete di concessionari specializzati.

Fotogallery: Pininfarina Battista, i test delle prestazioni