Nuovi motori mild hybrid più ecologici e potenti, come per le sorelle maggiori Mazda3 e CX-30

Si aggiorna, restando al passo con l’ultima evoluzione del Kodo Design. Sarà in vendita dai primi mesi del 2020 il restyling di metà carriera della Mazda2, la più piccola della casa di Hiroshima. A cinque anni dal debutto, introduce molte novità per restare al passo con la concorrenza, e con le rinnovate esigenze del pubblico.

Motori, la gamma si aggiorna

Molte le novità sotto al cofano, a partire dai nuovi motori 1.5 Skyactiv-G da 75 e 90 CV. Promettono emissioni e consumi ridotti, grazie al sistema Mazda Mild-Hybrid che aiuta a contenere i consumi, offrendo uno spunto in più in partenza. Entrambi i motori sono disponibili con cambio manuale a 6 marce, mentre l’automatico, con lo stesso numero di rapporti, è riservato alla versione più potente.

Ma le novità meccaniche non si limitano ai motori. Migliorato anche il comparto sospensioni, con l’introduzione del G-Vectoring Control Plus (GVC Plus). In grado sia di stabilizzare l’auto in curva, sia di renderla confortevole sul pavè cittadino, fino a prima era riservato alle sorelle di segmento superiore. La Mazda2 vede anche l'evoluzione del Jinba Ittai, con posizione di guida migliorata, sedili più ergonomici e maggiore insonorizzazione

Mazda2 restyling 2020

Iniezione di tecnologia

Tante, anche, le novità tecnologiche. Dai nuovi fari full LED, di serie fin dall’allestimento base (optional gli adattivi), al nuovo sistema di infotainment con l’introduzione di Apple CarPlay, Android Auto e telecamera a 360 gradi. La dotazione di sicurezza è completata dal Lane-Keeping Assist System (LAS) e dal Traffic Sign Recognition (TSR).

 

Fotogallery: Mazda 2 restyling 2020