Non manca molto all'esordio della nuova supercar da 600 o 640 CV, che nel frattempo viene messa alla prova in pista

Manca circa un mese e mezzo al Salone di Francoforte e ancora non sappiamo se Porsche mostrerà un altro nuovo modello oltre alla Taycan. A giudicare da questo video, pubblicato sul canale YouTube Automotive Mike, l’indiziata ad esordire insieme all'elettrica potrebbe essere la 911 Turbo, come lascia intendere il modo rabbioso in cui viene messa alla prova in questa nuova tornata di test.

Nulla di certo però, considerato che la casa tedesca non rispetta un preciso ordine di uscita per le versioni “pepate” della 911: nel caso delle 996 e 991, ad esempio, era arrivata prima la GT3 della Turbo, mentre per la 997 aveva debuttato prima la Turbo.

Quell'ala non mente

A distinguere la nuova generazione della 911 Turbo sarà l’alettone posteriore, che a differenza delle 911 Carrera e Carrera S non rientra nella carrozzeria. Questo dettaglio è un marchio di fabbrica per la 911 Turbo: lo aveva già la prima generazione del 1975.

'

A ben guardare si nota inoltre che gli esemplari di prova hanno due tipi di scarico: uno con terminali ovali e l’altro trapezoidali. Potrebbero essere entrambi allo studio, in attesa che venga scelto il design per l’auto di produzione, ma secondo noi un tipo di scarico verrà riservato alla 911 Turbo e l’altro alla 911 Turbo S.

'

La S ha 40 CV in più

Il motore, a meno di colpi di scena, sarà il sei cilindri boxer biturbo di 3.8 litri, che secondo le anticipazioni dovrebbe raggiungere i 600 CV per la 911 Turbo ed i 640 CV per la 911 Turbo S. Ad esso verranno abbinati la trazione integrale e il cambio robotizzato doppia frizione a 8 marce.

Fotogallery: Porsche 911 Turbo foto spia