In occasione della Formula Sae abbiamo scambiato qualche parola con l’Ingegner Dallara: “Dobbiamo progettare la barca della mobilità del futuro”

Un evento che accoglie 86 team da 25 nazioni diverse. Questa è la Formula Sae, competizione automobilistica universitaria. Il circuito di Varano de’ Melegari ne ospita la tappa italiana, a pochi passi dalla sede principale di Dallara Automobili e l'edizione 2019 si è appena conclusa, nel week-end del 24-28 luglio.

Formula SAE Italy 2019

Organizzata da ANFIA, la manifestazione è diventata sempre più importante negli ultimi anni. Numerose le categorie di auto in gara. Con motore tradizionale, elettriche o a guida autonoma, il futuro dell'ingegneria automobilistica è qui. A tal proposito abbiamo scambiato qualche parola con Giampaolo Dallara, fondatore dell'omonima casa costruttrice di automobili e telai da competizione.

“Cercare nuove forme e studiare nuovi materiali”, il consiglio di Dallara

“Anche se il futuro automobilistico sarà sempre più elettrico, dovremo comunque progettarlo”. Realizzare la “barca della mobilità del futuro”.

Questo dovrebbe essere il grande desiderio di ogni partecipante alla manifestazione, secondo l’Ingegner Dallara, che descrive l’evento come incredibile.

Formula SAE Italy 2019

“Accoglie 25 nazioni da tutto il mondo, persone che hanno affrontato viaggi lunghissimi per essere qui oggi”. Progettare il futuro, studiando nuove forme e nuovi materiali, non certo un’operazione semplice, ma necessaria. Questo il consiglio dell’ingegnere alle future leve del campo automobilistico. C’è qualcuno che ha già provato a mettere in pratica questi consigli

I materiali di domani applicati oggi

Dalla Repubblica Ceca arriva il giovane team dell’università di Ostrava. Supportati da Skoda, hanno affrontato ben 16 ore di viaggio per partecipare alla tappa italiana della Formula Sae.

Formula SAE Italy 2019

Utilizzando una stampante 3D e materiali assolutamente innovativi per il settore, hanno realizzato i bracci oscillanti delle sospensioni, collegati al telaio con giunti ultra leggeri in lega di magnesio. 

Formula SAE Italy 2019

Il loro veicolo con cambio e frizione ad azionamento pneumatico, motore 4 cilindri Yamaha da 600cc, preso da una FZ6 ed elettronica di ultima generazione è un coraggioso progetto. In grado, tra le tante cose, di regolare autonomamente il flusso di refrigerante nel motore in base alle necessità. Il lavoro di squadra, i sacrifici, l’impegno, tre requisiti fondamentali per poter solo immaginare un’idea simile.

Formula SAE Italy 2019

Il futuro, elettrico ed a guida autonoma

Molti i team che hanno portato all’evento auto elettriche o a guida autonoma. Tra questi, l’E-TEAM dell’università di Duisburg-Essen. La loro A40-03, usata già lo scorso anno, è stata esposta alla passata edizione del Salone di Francoforte. Con innovative batterie al litio, è in grado di produrre 5,7 kWh di energia. Il nome “A40” è stato scelto per ricordare l’autostrada tedesca A40 che collega il campus di Duisburg con quello di Essen. 

Formula SAE Italy 2019

Grandi risultati ottenuti da diverse università italiane, nel campo della guida autonoma. Tra queste, l'università di Pisa e l'università La Sapienza di Roma. I passi avanti in questo campo sono stati notevoli, rispetto allo stato embrionale, della categoria Driverless, dello scorso anno. 

Più sponsor e aziende significa più qualità

Questo l'obiettivo di Gianmarco Giorda, direttore generale di ANFIA. Più la qualità è alta più i team sono attratti a partecipare alla tappa italiana della Formula SAE, la qualità si ottiene con gli sponsor. Coinvolgere il pubblico, creare una nuova realtà per famiglie e giovani.

Formula SAE Italy 2019

La partecipazione di università da tutta Europa, ma non solo, è garantita, anche, grazie ad un pacchetto di servizi, offerti a prezzi contenuti. Ad esempio alcuni pasti offerti, o il campeggio per 1.450 ragazzi dotato di tutti i servizi, necessari per una buona permanenza nel nostro paese.

Formula SAE Italy 2019

Una manifestazione non giovane, nata nel 1981, ma pensata per i giovani. Ragazzi che hanno dimostrato, anche quest'anno, di essere sulle orme degli ingegneri di ieri e di oggi, e che stanno già costruendo la mobilità di domani.

Fotogallery: Formula Sae 2019, Autodromo di Varano