Arrivano nuovi dettagli sulla fuoristrada inglese, che verrà presentata a settembre (ma della quale sappiamo già tutto)

Land Rover ha messo molto del suo per fare crescere l’attesa nei confronti della nuova Defender: con tantissimi video e foto che la mostrano durante test su strada. Una scelta che ha sacrificato non poco sull'altare della segretezza, perché ad oggi conosciamo già molte caratteristiche del fuoristrada inglese, atteso al debutto a settembre in occasione del Salone di Francoforte.

Sappiamo infatti che ci saranno lunghezze diverse per la carrozzeria, i motori 2.0 e 3.0 arriveranno delle altre Land Rover e il telaio non sarà più a traverse e longheroni, ma in alluminio derivato dalla Discovery.

A queste caratteristiche oggi se ne aggiungono altre, emerse durante un primo test dell’auto organizzato in esclusiva per alcuni magazine inglesi.

Sospensioni rinforzate e maxi-ruote

La casa inglese ha fatto sapere che il pianale sarà effettivamente derivato da quello chiamato D7U, lo stesso delle Discovery, Range Rover Sport e Range Rover, ma le sospensioni saranno riviste in funzione della guida in fuoristrada e rinforzate perciò in alcuni punti, ovvero i braccetti, i giunti a sfera e le boccole.

I progettisti hanno maggiorato inoltre l’escursione delle sospensioni, aumentato la luce a terra e ampliato i passaruota, che al pari delle vecchie generazioni usciranno di molto dalla carrozzeria. Le misure dei cerchi andranno da 18” a 22” e a richiesta si potranno avere sospensioni con molle ad aria, per variare l’altezza da terra e l’assetto: rispetto alla posizione standard, possono alzarsi di 7,5 cm e abbassarsi di 5,0 cm.

Land Rover Defender, i test con la Croce Rossa

Già "macinati" 1,2 milioni di km

La trazione integrale sarà più raffinata della Discovery e non mancherà il blocco del differenziale sia all’anteriore sia al posteriore. La Casa inglese ha confermato l’arrivo delle Defender 90 a passo corto e Defender 110 a passo lungo, ma c’è una differenza sostanziale rispetto ai vecchi modelli: 90 e 110 non saranno infatti la misura in pollici del passo, ovvero 2,28 e 2,80 metri, ma semplicemente sigle per distinguere le 2 versioni. Rimarranno invece intatte le carrozzerie: 3 porte per la 90 e 5 per la 110.

Land Rover ha percorso 1,2 milioni di chilometri in test per la Defender, e ha effettuato anche un collaudo per simulare la “vita” di un esemplare: è stato guidato per oltre 220.000 chilometri, pari a quelli percorsi in 10 anni da un normale cliente.

Fotogallery: Nuova Land Rover Defender collaudi in Kenya