Il 2018 è entrato nella storia di Sant'Agata Bolognese, ma anche il 2019 è partito bene

Avere almeno un SUV in gamma ormai è fondamentale. Lo sa bene Lamborghini, che la settimana scorsa ha celebrato, nella sua villa esclusiva nel cuore di Pebble Beach, il record di vendite del 2018 proprio grazie ad Urus.

E nei primi sei mesi del 2019 la Casa del Toro ha continuato a superarsi, raggiungendo un nuovo record assoluto: +96% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con 4.553 vetture vendute in tutto il mondo.

Lamborghini a Pebble Beach 2019

Grande soddisfazione per l'anno "storico"

Questo periodo particolarmente fruttuoso per la Casa di Sant'Agata non può che generare grande soddisfazione. Stefano Domenicali, Chief Executive Officer di Automobili Lamborghini, ha detto:

“Festeggiare l’anno dei record alla Monterey Car Week è stata un’emozione unica. Arriviamo qui con il record di vendite nel primo semestre 2019 (+96%) e con un prodotto Urus, il nostro Super SUV, che ha creato una vera “Lamborghini Mania”.  

Oltre al SUV, la casa di Sant'Agata Bolognese ha portato in California altri tre nuovi modelli e alcuni classici intramontabili.

I protagonisti sotto i riflettori

Accanto all’esemplare unico dell’Aventador S, un V12 reinterpretato dalla stella nascente dell’arte di strada mondiale, Skyler Grey, giovanissimo artista statunitense, c'erano l'edizione limitata (63 esemplari) dell’Aventador SV J 63 Roadster, per celebrare l’anno di fondazione della Casa di Sant’Agata Bolognese (1963) e la Huracan EVO GT Celebration (36 unità), che ricorda le vittorie del 2018 e 2019 alla “36 Ore della Florida”.

Lamborghini a Pebble Beach 2019

Spazio anche alle auto storiche, giustamente immancabile nel Concorso d’Eleganza di Monterey, con la MIURA P400 SV numero 3673, del 1972 di proprietà Jean Todt, presidente della FIA. Vincitrice dell’ambito premio “Best in Class”.

Fotogallery: Lamborghini a Pebble Beach 2019