Dalla prima 356 all'ultima 911, passando per la Panamera, vediamo come sono cambiati gli interni delle auto di Zuffenhausen

La Porsche Taycan, prima vettura 100% elettrica nella storia di Zuffenhausen, è pronta al debutto che avverrà il prossimo 4 settembre. La Casa tedesca, come ormai da tradizione per ogni brand, ha iniziato con qualche giorno di anticipo a svelare alcuni dettagli dell'auto, tra cui gli la parte anteriore dell'abitacolo e la plancia (qui le foto). A questa abbiamo dedicato già due articoli, dove tra le altre cose spieghiamo come Porsche abbia voluto mantenere un legame con la tradizione riprendendo il motivo dei cinque strumenti, per quanto ormai siano digitali e non più analogici.

Proprio questo layout ha caratterizzato le 911 sin dall'inizio della sua storia nel 1963, mentre la 356 aveva uno schema ancora più semplice. Ma ovviamente erano altri tempi e la strumentazione serviva principalmente per tenere sotto controllo la meccanica dell'auto e solo secondariamente a vedere anche la velocità di marcia. Ovviamente l'infotainment era un concetto che ancora nemmeno esisteva all'orizzonte. Ripercorriamo dunque la trasformazione della plancia di alcune tra le Porsche più importanti, fino ad arrivare alla Taycan.