Il gruppo tedesco investe nella SeeReal Technologies, azienda che lavora a proiettori 3D per le auto

Olografia. Nei prossimi anni sentiremo questa parola sempre più spesso, considerato che molte case automobilistiche stanno puntando sui proiettori olografici per affiancare o sostituire gli schermi touch nel tentativo di aumentare sicurezza e funzionalità nelle auto: le immagini saranno tridimensionali e alcune potranno anche essere “toccate” nell’aria, ad esempio per dare un comando all’auto o effettuare una regolazione.

Dopo la novità in questo campo annunciata dal gruppo Jaguar-Land Rover, anche quello Volkswagen mostra di credere in questa tecnologia, tanto da investire nella società specializzata SeeReal Technologies e rilevarne una sua quota di minoranza, ma la collaborazione fra le due aziende è in corso dal 2018.

Non solo per sicurezza, anche per svago

Basata a Munsbach, in Lussemburgo, SeeReal Technologies si è specializzata nei proiettori oleografici e nelle tecnologie di visualizzazione 3D, non soltanto per le auto ma anche per i videogiochi, la medicina e la visione al buio. Le applicazioni in realtà sono sconfinate: Volkswagen immagina ad esempio che sarà possibile vedere l’interlocutore durante una telefonata, oppure giocare a Tetris in tre dimensioni.

All’interno delle auto arriveranno quindi piccoli proiettori simili a head-up display, solo che le immagini non verranno riflesse da una superficie trasparente ma “fluttueranno” nello spazio (per vederle non si dovranno indossare occhiali, come nei vecchi cinema).

Addio a tasti e rotori

Il guidatore di conseguenza avrà una percezione migliore di ciò che viene proiettato. Immaginate ad esempio il navigatore satellitare: un’icona può restare lontana dall’occhio se la svolta non è imminente, ad esempio, ma può essere avvicinata in caso si debba cambiare strada rapidamente.

Alcune di queste immagini saranno anche “toccabili”, perché il movimento e la posizione delle mani nello spazio verrà letto da specifiche telecamere (la Golf ad esempio è dotata di alcuni comandi gestuali), quindi sarà possibile eliminare tasti, rotori e altri controlli sostituendoli con sensori e proiettori 3D.