Linee fluide e finestrini raccolti per questa berlinona elettrica, che basa gran parte del suo carattere sulle luci a led

Il crossover è già sul mercato, la multispazio arriverà fra pochi mesi e la compatta non tarderà ancora a lungo. Cosa manca prima di avere una gamma completa? L’ammiraglia. E’ proprio questa la novità che Mercedes presenta al Salone di Francoforte per la sua famiglia di elettriche EQ, che dopo la EQC, la EQV e la futura 5 porte includerà anche una berlinona di lusso.

A darne un’anticipazione è il prototipo Vision EQS, una concept car dalle linee fluide che fa suoi dettagli di stile già visti sulla EQC: ha il fascione anteriore nero lucido e una carrozzeria senza spigoli o scalfiture che sembra levigata dal vento. A darle un bel tocco di grinta contribuiscono però le ruote di 24”.

Le luci come elemento di stile

Oltre ai sottili finestrini e al tetto arcuato, a caratterizzare la Vision EQS pensano anche le luci: dietro infatti sono integrate alla carrozzeria, mentre una striscia di led corre lungo il perimetro dell’auto e cambia colore in funzione del percorso e dello stile di guida.

Mercedes Vision EQS

Del tutto inedite sono le luci anteriori, e non soltanto perché l’effetto di tridimensionalità della mascherina è dato da 940 punti luminosi, montati su più livelli per accentuare la sensazione di profondità. La Mercedes Vision EQS infatti ha fari con lenti olografiche in grado di proiettare animazioni in 3D. Questa tecnologia al momento è un esercizio tecnico, ma il costruttore tedesco ha annunciato che intende puntarvi per dare un look più distintivo alle sue auto.

Stile minimalista

L’interno ricalca lo stile della carrozzeria e ha dettagli votati al minimalismo, come la consolle che fluisce nel tunnel centrale e la plancia senza tasti: qui si trova lo schermo del sistema multimediale MBUX. Le bocchette di aerazione sembrano incise nella plancia, dove risaltano dettagli color rame in tinta con le decorazioni nelle portiere.

Mercedes-Benz Vision EQS

I quattro sedili, con fianchetti pronunciati e poggiatesta avvolgenti, trattengono il corpo in curva senza però essere troppo “fascianti”, come si conviene ad una vera ammiraglia. Dell’ammiraglia, inoltre, la EQS ha la cura per i materiali, che sono microfibra o tessuti ricavati da prodotti di scarto.

Si ricarica nel tempo di un panino al bar

A spingere la Mercedes EQS sono due motori elettrici, uno per ogni asse delle ruote: insieme sviluppano 476 CV e 760 Nm. Sono alimentati da batterie in grado di “stoccare” 100 kW di energia, ricaricabili anche attraverso impianti ultraveloci a corrente continua: collegandole ad una reta a 350 kW, in 20 minuti si ricaricano da 0 all’80%.

Mercedes Vision EQS

Le soste al distributore quindi non fanno “paura”, anche se la EQS è in grado di percorrere 700 km con un pieno, a patto però di non sfruttare a fondo i due motori elettrici, che assicurano uno sprint da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi.

Fotogallery: Mercedes Vision EQS