Si tratta della fase 2 del progetto del Comune, che prevede di installare anche nuove telecamere nei varchi

Partita lo scorso 25 febbraio l’Area B di Milano, la più grande zona a traffico limitato d’Italia, è pronta per entrare nella fase 2 e chiudere quindi i suoi confini anche a tutte le auto diesel Euro 4 senza FAP. Il “via” è previsto per il prossimo 1° ottobre, quando il Comune installerà anche una nuova serie di telecamere per monitorare gli accessi.

Chi può e chi non può

Le auto diesel Euro 4 senza FAP non saranno le uniche escluse dalla circolazione all’interno dell’Area B, che copre il 72%  del territorio comunale. A non poter circolare saranno:

  • Autoveicoli trasporto persone (M1) Euro 4 Diesel senza FAP
  • Autoveicoli trasporto persone (M1) Euro 3-4 Diesel con FAP di serie e campo V.5>0,0045 g/Km
  • Autoveicoli trasporto persone (M1) Euro 4 Diesel con FAP di serie e campo V.5 senza valore
  • Autoveicoli trasporto persone (M1) Euro 0-1-2-3-4 Diesel con FAP after-market installato dopo il 31/12/2018 e classe di massa particolato pari almeno a Euro 4
  • Motoveicoli e ciclomotori a Gasolio Euro 0-1

Il Comune ha previsto delle deroghe per tutte le oltre 400.000 auto coinvolte a partire dal 1° ottobre. Per i residenti il regolamento prevede:

  • 50 giorni di accesso e circolazione dall’avvio della Fase 2 al 30 settembre 2020.
  • 25 giorni di accesso e circolazione dal 1° ottobre 2020 al 30 settembre 2020 (previa registrazione)
  • 25 giorni di accesso e circolazione in un periodo successivo da definire (previa registrazione)

Per i non residenti invece le deroghe funzioneranno così:

  • 50 giorni di accesso e circolazione dall’avvio della Fase 2 al 30 settembre 2020.
  • 5 giorni di accesso e circolazione dal 1° ottobre 2020 al 30 settembre 2020 (previa registrazione)
  • 5 giorni di accesso e circolazione in un periodo successivo da definire (previa registrazione)

La registrazione per i permessi va effettuata sulla pagina apposita del sito dell’Area B, dove si può anche controllare se la propria auto può o meno circolare al suo interno.

Area B, come funziona

L’Area B è come la sorella maggiore dell’Area C e consiste in una zona interdetta alla circolazione di veicoli particolarmente inquinanti. Come già scritto copre il 72% del territorio comunale ed è attiva dalle 7.30 alle 19.30, dal lunedì al venerdì. I mezzi cui è consentito l’accesso non devono pagare nulla.

Attualmente non possono già entrare e circolare:

  • Autoveicoli trasporto persone e merci benzina Euro 0
  • Autoveicoli trasporto persone e merci diesel Euro 1, 2 e 3 senza FAP
  • Motoveicoli 2 tempi Euro 0 ed Euro 1
  • Ciclomotori 2 tempi Euro 0 ed Euro 1

Successivamente alla Fase 2 il numero di mezzi interdetti alla circolazione saranno sempre più numerosi, per arrivare a bloccare fino ai benzina Euro 4 e motoveicoli 4 tempi Euro 3, azione prevista per il 1° ottobre del 2028.