Il nuovo sistema con "aiutino" elettrico debutta sulla 520d da 190 CV e promette di abbassare i consumi di 0,3 l/100 km

Il 2020 si avvicina e con esso i limiti alle emissioni medie di CO2 di tutta la gamma che ogni costruttore che vende auto in Europa dovrà rispettare, pena sanzioni salatissime. Per questo non c'è da stupirsi se negli ultimi mesi le Case - soprattutto quelle che producono modelli più grandi, pesanti e dunque inquinanti - stiano accelerando l'arrivo sul mercato di modelli elettrificati, che con le loro emissioni ridotte permetteranno di abbassare i valori medi.

Tra queste c'è la BMW, che nelle prossime settimane presenterà una versione Mild-Hybrid di uno dei suoi modelli più importanti, ovvero la Serie 5. Il modello prescelto è la 520d, che monta il 2 litri turbodiesel da 190 CV. Nella versione berlina è stata omologata con un consumo medio di 4,1-4,3 l/100 km - 0,3 l/100 km in meno della precedente - e con emissioni di CO2 di 108-122 g/km.

BMW 520d

A Monaco di Baviera ci tengono a specificare che il sistema aumenterà sì l'efficienza globale del motore termico, ma anche le sue prestazioni.

Il boost dell'alternatore-generatore

Il cuore di questo inedito powertrain sarà un un alternatore-generatore da 48 Volt in cui verrà integrato anche il motorino di avviamento e che sarà collegato con una batteria supplementare. In questo modo sarà possibile recuperare l'energia prodotta sia in fase di frenata che di decelerazione e utilizzarla non solo per alimentare i sistemi elettrici di bordo, ma anche per supportare il motore termico.

Così, in alcune situazioni l'alternatore-generatore potrà fare al 100% le veci di un motore elettrico, permettendo a quello tradizionale di lavorare ai carichi ottimali. Inoltre, avrà una funzione overboost, per dare una spinta extra durante le accelerazioni a tutto gas.

BMW 520d

Veleggiamento e disconnessione

Un'altra caratteristica dell'alternatore-generatore è quella di permettere lo spegnimento del motore termico e la sua riaccensione in modo molto più dolce rispetto al normale utilizzo dello start/stop, con molte meno vibrazioni. Ovviamente non mancano le funzioni di veleggiamento e di totale disconnessione della catena cinematica, così da lasciare libere le ruote di girare senza portarsi dietro gli attriti degli ingranaggi.

Questo aggiornamento motoristico, infine, si porterà dietro anche l'introduzione delle luci laser per i modelli M550d. Una novità tecnica che consentirà di avere un fascio luminoso lungo 650 metri.

Fotogallery: BMW 520d