Un brand che sta facendo dell'ibrido il suo cavallo di battaglia, ce ne parla Andrea Crespi managing director di Hyundai Italia

Lanciata sul mercato nel 2017, la Kona è stato il primo B-SUV di Hyundai e, da allora ne sono state vendute 120.000 unità in tutta Europa, nelle versioni a combustione, diesel e benzina, e a zero emissioni. Arriva adesso la Kona Hybrid che coniuga le versioni appena citate.

Ibrida ma non plug-in è lunga 4,165 metri, 20 cm in meno della Toyota CHR, attualmente seconda nella classifica degli ibridi in Italia, dietro alla Yaris. Più precisamente, dati Unrae di fine agosto, le prime quattro posizioni di ibride in Italia sono occupate da Toyota. Abbiamo chiesto ad Andrea Crespi se pensa che nel futuro entrerà in classifica anche Hyundai.

Forse il futuro sarà ibrido

Quali sono le aspettative per questa tipologia di powetrain?

"Ci aspettiamo di raddoppiare i volumi della famiglia Kona, già molto apprezzata dal pubblico italiano (circa 10.000 unità nel 2018 e quest’anno abbiamo già superato le 8.000 unità). La nuova Kona ibrida ha un grandissimo potenziale: tra i SUV compatti non c’è attualmente grande scelta di modelli ibridi, ma il trend è in forte crescita. Non c’è dubbio che Kona Hybrid sia l’auto giusta, al momento giusto: ibrida e divertente”

Inizierà l'ascesa del Brand verso l'ibrido?

“In realtà, già la prima serie di Ioniq aveva imposto Hyundai tra i migliori brand in termini di tecnologia ibrida. E questo non solo grazie al powertrain full hybrid, efficiente e avanzato, ma anche al cambio automatico doppia frizione a sei rapporti 6DCT, che rende finalmente l’ibrido anche un motore divertente da guidare. Kona Hybrid è la risposta perfetta ai due principali trend del momento: il SUV compatto è il segmento che cresce di più, insieme alla domanda di una mobilità sempre più sostenibile, sicura, tecnologica e connessa. Quanto ai volumi, ci aspettiamo che nei prossimi mesi una Kona su due sia ibrida.”

L’elettrificazione secondo Hyundai

La Kona Hybrid rientra perfettamente nel segmento dei B-SUV, che nel 2019 è quello che fa registrare la crescita maggiore in Italia con un aumento dell’11%: un’auto venduta ogni 5 è un SUV della categoria B. All’interno di questo segmento, il 4,4% è rappresentato da veicoli ibridi, un segmento che quest’anno in Italia crescerà del 39%, secondo le stime di Hyundai. Kona Hybrid ha quindi le carte in regola per consentire alla Casa di Seul di entrare prepotentemente nella classifica delle ibride.

Concept Hyundai 45

Con un investimento complessivo pari a 35 miliardi di euro, l’obiettivo della Casa è quello di lanciare 44 modelli elettrificati entro il 2025 e di arrivare già entro giugno 2020 con l’80% della gamma disponibile in versione elettrificata. La nuova piattaforma per le vetture elettriche si chiama E-GMP: Electric Global Modular Platform, arriverà l’anno prossimo e sarà utilizzata per un nuovo suv basato sulla Hyundai 45, concept svelato al Salone di Francoforte di quest’anno.

Fotogallery: Hyundai Kona Hybrid