Il SUV elettrico ha un nuovo sistema multimediale, non più sviluppato dalla casa svedese ma da Big G

E’ fissata per il 16 ottobre la presentazione della Volvo XC40 EV, la versione con motore a batterie del SUV compatto XC40, rivale delle Audi Q3 e BMW X1.

In vista dell’esordio la casa svedese ha diffuso le prime informazioni sull’auto, che avrà due motori ad elettroni, le batterie posizionate sotto il pavimento e nuovi sensori per la guida assistita, oltre ad un sistema multimediale del tutto rinnovato: la XC40 sarà infatti la prima Volvo con quello sviluppato direttamente da Google, basato sul sistema operativo Android Automotive OS.

Volvo XC40 EV, il sistema multimediale

Ha il Play Store per scaricare le app

Il sistema riprende la grafica e l’interfaccia di Android Auto, ma i punti in comune finiscono qui: Android Auto infatti fa da “ponte” fra il sistema multimediale e lo smartphone, perché le app devono essere installate nel telefonino, mentre con il nuovo sistema - sostituisce quello di Volvo, chiamato Sensus3 - le applicazioni si possono scaricare e installare in una memoria integrata nell’”auto”.

E’ presente inoltre il Google Play Store, il negozio virtuale dal quale scaricare le app, quindi gli sviluppatori hanno l’opportunità di mettere a punto un ricco catalogo di app specifiche, non soltanto per la navigazione e la musica ma anche per gli acquisti online (come avviene già negli Stati Uniti).

La temperatura si controlla a voce

Android Automotive OS integra inoltre l’assistente virtuale Google Assistant, dal quale è possibile gestire alcune funzionalità dell’auto attraverso i comandi vocali: con la voce ad esempio si può controllare la temperatura del clima, impostare il navigatore satellitare e far partire la musica. Il sistema inoltre può essere aggiornato online come nei telefonini.

Resta da capire come si interfacceranno gli smartphone Apple, un “dettaglio” sul quale Google e Volvo per il momento non hanno dato chiarimenti.

Fotogallery: Volvo XC40 Elettrica