Non solo auto a zero emissioni, il Gruppo tedesco sta lavorando ad una nuova mobilità green a 360 gradi

Tutti i costruttori ormai lavorano all'auto elettrica. La ricetta del Gruppo Volkswagen si chiama "Togheter - Strategy 2025" e rappresenta il giù grande cambiamento nella storia del Gruppo, con oltre 30 auto elettriche entro il 2025. Un piano ambizioso che non riguarda però solo le auto. Il Gruppo Volkswagen, che si è lasciato velocemente alle spalle il Dieselgate, vuole essere pioniere nell’e-mobility.

Al Congresso Mondiale sui Sistemi di Trasporto Intelligenti (Intelligent Transport Systems, ITS) in corso a Singapore (21-25 ottobre), il Gruppo ha presentato diverse soluzioni per migliorare la qualità dell’aria negli spazi urbani e gestire il cambiamento tecnologico. Non solo, il Gruppo Volkswagen sta costruendo una rete globale di dodici città partner per portare avanti progetti ed esplorare un mercato in rapida espansione.

Collaborazioni ben oltre il confine tedesco

Com'è ovvio il perno della strategia "Together 2025" sul territorio si trova in Patria. Qui Volkswagen ha già avviato diverse partnership, incluse collaborazioni con sedi Volkswagen, come Hannover o Wolfsburg. Ma ci sono anche molte location internazionali, ecco l'elenco:

  • In Germania: Amburgo, Wolfsburg, Dresda, Ingolstadt, Hannover, Zwickau, Potsdam
  • In Portogallo: Lisbona
  • In Spagna: Barcellona
  • Negli Stati Uniti: Somerville
  • In Repubblica Ceca: Mladá Boleslav/Praga (contano per una)
  • In Cina: Hefei

Nel centro di Praga, ad esempio, i clienti possono creare il loro percorso ideale scegliendo tra autobus, tram, metro, bici a noleggio, taxi e ride-hailing in base alle condizioni di traffico del momento, grazie alla app Skoda CityMove. La app dà inoltre supporto per trovare spazi per il parcheggio e include un gateway di pagamento che processa le transazioni per tutti i servizi. Il Gruppo Volkswagen mantiene poi una collaborazione particolarmente stretta con la città di Amburgo, ragione per cui l’Azienda sosterrà la città anseatica nell’ospitare l’ITS World Congress 2021.

Volkswagen Streetmate

Le proposte alternative o complementari all'auto

Le soluzioni di micromobilità elettrica proposte dal Gruppo Volkswagen nelle aree urbane sono già molte. Innanzitutto ci sono i monopattini elettrici, parliamo dell'eXS KickScooter di Seat o del Cityskater Volkswagen, ma anche una serie di soluzioni utili al trasporto merci, come la Cargo e-Bike di Volkswagen Veicoli Commerciali. La gamma Volkswagen Veicoli Commerciali include già l’e-Crafter, che sarà affiancato dall’ABT e-Caddy e l’ABT e-Transporter all’inizio del 2020, una volta che ABT Sportsline passerà all’elettrico.

Seat eXS

Nel settore del trasporto pubblico, MAN e Scania offriranno alle municipalità autobus elettrici come, rispettivamente, il Lion’s City E e il Citywide LF, a partire dalla fine del 2020. Inoltre, il Gruppo Volkswagen sta creando soluzioni di mobilità on-demand, come il servizio di ride-hailing di MOIA e quello di sharing WeShare - entrambi utilizzano esclusivamente veicoli elettrici - per risolvere i problemi causati dalla congestione e dalla mancanza di spazio nelle città. In aggiunta, Skoda ha lanciato a Praga il progetto pilota BeRider, servizio di scooter sharing con mezzi elettrici.