Nuovi cerchi in lega da 20”, scarico Akrapovic e altri dettagli per il SUV del brand sportivo di Seat, prodotto in 1.999 esemplari

Tutto è nato con lei – e per ora solo con lei va avanti, in attesa delle novità elettrificate – ed è quindi giusto che la Cupra Ateca, il SUV che ha tenuto a battesimo la nascita del brand sportivo di Seat, venga celebrata con una serie speciale chiamata Final Edition. Una versione che lascia intatto il 2.0 turbo benzina da 300 CV e 400 Nm di coppia, concentrandosi sull’estetica e sul suono.

Scarichi veri, sound pieno

Partiamo da quella che forse è la novità che verrà maggiormente apprezzata dai 1.999 clienti (tante saranno le Cupra Ateca Final Edition prodotte) che si porteranno a casa il SUV spagnolo: lo scarico firmato Akrapovic. Quattro cannoncini in titanio che riducono il peso di 7 kg rispetto alla versione normale, donando un suono ben più cattivo (con scoppiettii in rilascio) alla Cupra Ateca.

Non fanno certo rumore ma contribuiscono ad aumentare la presenza scenica del SUV compatto i nuovi cerchi in lega da 20” color rame (la tinta ufficiale Cupra) che coprono un impianto frenante firmato Brembo, con dischi da 370 mm all’anteriore al posto di classici da 340. Così suono e prestazioni in frenata sono a posto.

Completano le novità esterne la nuova tinta per la carrozzeria Graphene Grey, assieme alle Energy Blue e Rodium Grey e dettagli in fibra di carbonio come spoiler posteriore e gusci degli specchietti. E in fibra di carbonio è anche la cover delle chiavi.

Eleganza e sportività

All’interno domina l’Alcantara, utilizzato per rivestire i sedili – dal disegno sportivo e più contenitivi – e i pannelli porta, tutti caratterizzati dalla nuova tinta Petrol Blue. Sono invece neri i profili delle bocchette di areazione, mentre nella plancia sono presenti inserti in fibra di carbonio.

Il prezzo della Cupra Ateca Limited Edition non è ancora stato comunicato, mentre sappiamo che per l’Italia sono previste circa 40 vetture.

Fotogallery: Cupra Ateca Limited Edition