Il reveal ufficiale nel cuore della Capitale il 14 novembre

Mancano poche ore alla presentazione dell’ultima Ferrari dell’anno prevista per la sera del 13 novembre a Roma. Del nuovo modello del Cavallino non si sa ancora nulla di ufficiale se non un indizio diffuso sui social: l’omaggio alla Dolce Vita di felliniana memoria.

Al momento della pubblicazione dell’articolo, non sappiamo se sarà Roma o Dolce Vita il nome della macchina ma non ci sorprenderebbe. La certezza è che arriverà seguendo puntualmente il nutrito piano prodotti del 2019 come quinto modello dopo F8 Tributo, SF90 Stradale, F8 Tributo Spider e 812 GTS e a conferma dell’ambizione che c’è a Maranello "penetrare in nuovi segmenti, a partire da quello delle Gran Turismo".

Chi manca all'appello?

Con il rimpiazzo della 488 e l'ibrido ad alte prestazioni, a mancare all'appello sarebbe unicamente il modello a 6 cilindri, che dovrebbe proiettare il Cavallino in uno nuovo segmento, andando a compensare il divario di prezzi che attualmente c'è in listino.

I pochi prototipi camuffati visti fino ad oggi non hanno portato prove sufficienti per confermare queste teoria, ma le forme sembrano fare riferimento a una coupé compatta, forse su base Portofino

Verso il SUV e l'elettrico

In ogni caso l'attesa sta per finire e tra pochissimo sapremo tutto sulla nuova arrivata di Maranello. Da qui in poi l'Azienda si proietterà verso un futuro che sembra ben delineato e che come obiettivo ha quello di aumentare gli utili. Il SUV, che per adesso risponde al nome di Purosangue, si rivolge al segmento trainante del mercato, che la concorrenza ha già ampiamente popolato. A tal proposito, Ferrari ha dichiarato che per questo modello darà un'interpretazione secondo il DNA del marchio. Un'operazione che probabilmente richiede di più quanto a tempo di progettazione e sviluppo.

Secondo la stessa logica è previsto l'arrivo nel 2023 del modello completamente elettrico. Una sportiva a emissioni zero, che dovrà concentrarsi unicamente sulle prestazioni, dato che la media di percorrenza annua dalle supercar del cavallino è di circa 4000 km.

Fotogallery: Ferrari Roma

Fotogallery: Piano Industriale Ferrari 2018-2022