Fino al 29 novembre i test drive delle DS3 Crossback E-Tense e DS7 Crossback partono dall'albergo

Non capita spesso di trovare ventiquattro colonnine di ricarica dentro e fuori un prestigioso albergo. E che albergo, per di più: è l’hotel Molitor di Parigi, un 5 stelle noto per la sua enorme piscina esterna e per essere diventato la “casa” negli anni ’90 del movimento avanguardista parigino.

Le ventiquattro colonnine sono state volute da DS, marchio di lusso del Gruppo PSA, che ha deciso di trasformare fino al 29 novembre l’hotel Molitor nella vetrina per il crossover elettrico DS3 Crossback E-Tense e il SUV ibrido plug in DS7 Crossback E-Tense, dando modo ai clienti dell’albergo o alle persone interessate di effettuare un test drive al volante delle auto.

Le DS E-Tense all'hotel Molitor di Parigi

Dal 2025 tutte elettrificate

L’iniziativa rientra fra quelle assunte da DS per pubblicizzare i suoi modelli ibridi ed elettrici, in vista dell’obiettivo fissato per il 2025, quando tutte le auto della casa francese avranno solo motori elettrificati.

La DS3 Crossback E-Tense deriva dalla DS3 Crossback, ma al posto dei motori turbo benzina 1.2 e diesel 1.5 ne ha uno elettrico da 136 CV: ad alimentarlo sono batterie con capacità di 50 kWh, che gli assicurano 320 chilometri di autonomia (calcolati secondo il ciclo di consumo WLTP).

A muovere la DS7 Crossback E-Tense provvede un sistema ibrido con batterie ricaricabili dall’esterno, che accumulano 13,2 kWh di energia, quanto basta per regalare all’auto 58 km di autonomia a zero emissioni. A pile scariche, o quando è richiesta la massima potenza (di 300 CV), ai due motori elettrici subentra in funzione il turbobenzina 1.6 da 200 CV.

Anche il riscaldamento è intelligente

Al Molitor la casa francese mostra inoltre l’applicazione Free2Move, che calcola il percorso a destinazione includendo nel tragitto fermate per ricaricare le batterie. Le DS3 Crossback E-Tense e DS7 Crossback E-Tense hanno inoltre l’app per smartphone MyDS, dalla quale si può vedere la carica rimanente delle batterie, dov’è stata parcheggiata l’auto, i consumi e l’autonomia rimanente. Quando l’auto è attaccata alla presa, inoltre, si può far partire il riscaldamento o il raffrescamento dell’abitacolo per averlo già fresco alla partenza: in questo modo si risparmia energia elettrica.

Fotogallery: Le DS E-Tense all'hotel Molitor di Parigi